“Bagni sporchi all'Università Federico II di Napoli”. A lanciare l'allarme sono gli studenti che stamattina si sono recati nella sede centrale di Corso Umberto I a Napoli per sostenere le prove scritte di spagnolo 1-2-3 e magistrale 1-2. Circa 300 ragazzi sono tornati in aula, molti per la prima volta, dopo la pausa estiva. “Non ci sono stati assembramenti, tutti indossavano le mascherine, e i controlli sono stati rigorosi – assicurano gli studenti – Ma ci sono stati dei problemi per l'uso dei bagni. Perché eravamo in tanti e i servizi igienici all'interno della struttura erano puliti, ma affollati, con lunghe code a causa del distanziamento, per questo molti hanno scelto i bagni che si trovano all'esterno, nel cortile d'ingresso. Ma li hanno trovati non solo non sanificati, ma sporchissimi”. Le foto dei bagni della Federico II sporchi sono diventate subito virali sui social, con tantissimi commenti indignati di studenti. “Li abbiamo trovati in queste condizioni stamattina alle 7”, scrivono i ragazzi.

La Federico II: “Quei bagni sono da ristrutturare”

“Nessuno ha segnalato questo disservizio stamattina – spiegano dalla Federico II – Quei bagni, ad ogni modo, sono da rifare, sono nel piano di ristrutturazione. Si tratta di servizi non dedicati solo agli studenti – che hanno i loro servizi igienici all'interno degli edifici – ma aperti a tutti. Erano puliti, il problema è strutturale. Restano aperti per necessità, in particolare oggi che c'erano molti studenti. Ma saranno in cantiere a breve. Inoltre, negli edifici, studenti, docenti e personale hanno l'obbligo di mascherina proprio per sicurezza nei luoghi e, nei casi in cui non sia possibile, di distanziamento”.