1.739 CONDIVISIONI
Covid 19
8 Dicembre 2021
11:45

Guarito il paziente zero Omicron: “Salvo grazie ai vaccini, ora torno in Africa”

È guarito il paziente zero della variante Omicron in Italia. L’uomo, un professionista del Casertano, manager dell’Eni, si è detto “salvo grazie ai vaccini”.
A cura di Nico Falco
1.739 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Si è negativizzato il manager Eni di Caserta, primo contagiato in Italia dalla variante Omicron del virus Sars-Cov-2, responsabile della Covid. L'uomo è guarito, così come i suoi contatti stretti (la moglie, i due figli, la madre e una badante); resta invece ancora positiva la suocera. La negativizzazione è emersa da un tampone molecolare effettuato nei giorni scorsi.

Guarito il paziente zero Omicron: "Salvo grazie ai vaccini"

Il professionista del Casertano era risultato positivo lo scorso 16 novembre, dopo essere tornato da un viaggio di lavoro in Mozambico; il successivo 27 novembre il sequenziamento del suo materiale genetico aveva evidenziato che il contagio riguardava la nuova variante riscontrata per la prima volta in sudafrica, la cosiddetta Omicron. Anche i familiari erano stati sottoposti al tampone ed erano risultati contagiati dalla stessa variante anche i due figli, la moglie, la madre, la suocera e una badante, in totale sette persone, tutte in buone condizioni di salute.

In una intervista al quotidiano La Repubblica, l'ingegnere ha sottolineato di essere "salvo grazie ai vaccini" e la volontà di tornare in Africa e di portarvi anche i figli. "I genitori dei compagni di classe dei miei figli ci sono stati vicini – ha aggiunto nell'intervista – ma sui social abbiamo letto cattiverie anche da parte di conoscenti".

Chiusa la scuola dei figli: positività ma non di variante Omicron

Nei giorni successivi, durante le indagini sui contatti per accertare l'eventuale contagio, sono risultati positivi tre compagni di classe di uno dei figli minori e una docente supplente; in questi casi, però, la variante responsabile dell'infezione non era la Omicron ma la Delta e il contagio non sarebbe quindi collegabile al manager del Casertano.

Dopo la scoperta delle positività, il 30 novembre scorso l'Asl e il Comune hanno chiuso la scuola, con attivazione della Dad, e hanno avviato lo screening di massa su alunni, docenti e personale amministrativo. Sono emerse poche positività, nessuna di queste legata alla variante Omicron e quindi l'Istituto dovrebbe riaprire già domani; per ancora pochi giorni resteranno in quarantena quattro classi, tra cui le due frequentate dai figli del professionista.

1.739 CONDIVISIONI
31628 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni