114 CONDIVISIONI
Covid 19
30 Novembre 2021
15:26

Caserta, scuola chiusa per Covid: è quella del figlio del manager con la variante Omicron

Il sindaco di Caserta chiude i plessi dell’istituto comprensivo statale Giannone-De Amicis, quello frequentato dal figlio del manager Eni che ha contratto la variante sudafricana.
A cura di Redazione Napoli
114 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

C'è preoccupazione, comprensibile, a Caserta, dove in poche ore si è diffusa la voce su quale fosse la scuola frequentata dal figlio del professionista casertano risultato positivo alla variante Omicron del Covid-19. Il ragazzo, insieme al fratellino e alla madre, è risultato positivo ed è notizia di oggi la positività di altri 3 alunni della scuola e di un membro del personale scolastico.
Dunque il sindaco di Caserta, Carlo Marino con una ordinanza ha disposto la chiusura dei 3 plessi dell'istituto comprensivo statale Giannone-De Amicis. La chiusura – ha spiegato Marino al telegiornale regionale Tgr Campania – è stata decisa dopo aver consultato il Dipartimento di prevenzione della Asl di Caserta e sentito il dirigente scolastico e servirà per provvedere alla sanificazione degli ambienti. Contestualmente, l'Azienda sanitaria locale di Caserta sta organizzando l'esecuzione dei tamponi su tutti gli studenti, docenti e personale Ata.

Didattica a distanza anche per un solo contagio

Proprio in virtù della possibile diffusione della nuova variante – non si sa se più pericolosa, sicuramente più contagiosa – una nuova circolare dei ministeri della Salute e dell'Istruzione prevede il ripristino della Didattica a Distanza, la Dad, nelle scuole anche con un solo caso di contagio.

Si legge nella circolare:

Nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente o comunque secondo la organizzazione di regione/P.A. o ASL il dirigente scolastico venuto a conoscenza di un caso confermato nella propria scuola è da considerarsi autorizzato, in via eccezionale ed urgente, a disporre la didattica a distanza nell'immediatezza per l'intero gruppo classe ferme restando le valutazioni della Azienda sanitaria locale in ordine all'individuazione dei soggetti (da considerare ‘contatti stretti' a seguito di indagine epidemiologica) da sottoporre formalmente alla misura della quarantena.
Rimane valida l'opportunità per i Dipartimenti di Prevenzione di scegliere la strategia di controllo per la tutela della salute pubblica per ogni singola indagine di focolaio epidemico in ambito scolastico.

114 CONDIVISIONI
29674 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni