750 CONDIVISIONI
Tabaccaio ruba Gratta e vinci da mezzo milione a Napoli
5 Settembre 2021
15:21

Gratta e Vinci rubato a Napoli, avviata la sospensione della licenza alla tabaccheria

L’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) ha avviato il procedimento per sospendere la licenza alla tabaccheria di Materdei, a Napoli, dopo l’accusa di furto da parte del titolare di un Gratta e Vinci vincente da 500mila euro ad una donna di 70 anni. Contemporaneamente anche la riscossione della vincita è stata bloccata.
A cura di Pierluigi Frattasi
750 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Tabaccaio ruba Gratta e vinci da mezzo milione a Napoli

L'Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) ha avviato il procedimento per sospendere la licenza alla tabaccheria di Materdei, a Napoli, dopo l'accusa di furto da parte del titolare di un Gratta e Vinci vincente da 500mila euro ad una donna di 70 anni. Contemporaneamente anche la riscossione della vincita è stata bloccata.

Bloccata la riscossione del biglietto

L'episodio è accaduto nella serata di venerdì, quando l'anziana donna ha denunciato ai carabinieri il furto del gratta e vinci da 500 mila euro. Il tabaccaio, dopo 24 ore di ricerche, è stato poi bloccato sabato sera all'Aeroporto di Fiumicino dalla Polizia di Frontiera. L'uomo è stato denunciato a piede libero per furto. Ma non aveva con sé il tagliando vincente, per il quale continuano le ricerche. "Non appena appresa la notizia – scrive l'Agenzia delle Dogane e Monopoli – dagli organi di stampa e dai Carabinieri intervenuti a seguito della denuncia della persona offesa, ADM, su impulso del direttore dell'Ufficio Giochi Numerici e Lotterie, Stefano Saracchi, ha immediatamente provveduto al blocco della riscossione del biglietto risultato vincente".

La tabaccheria rischia di perdere la licenza

La tabaccheria ora rischia di perdere la licenza. "Inoltre, alla luce del fatto che all'interno della ricevitoria operasse al terminale di validazione – prosegue la nota di ADM – un soggetto collegato da un rapporto di parentela con il titolare, essendo lo stesso fuggito con il tagliando per poi rendersi irreperibile, è stato necessario avviare il procedimento di sospensione cautelare del rapporto fiduciario posto alla base della concessione rilasciata".

"Per queste ragioni gli uffici della Direzione Campania – conclude – hanno avuto l'incarico di valutare con estrema urgenza l’immediata sospensione dell’attività, sia della ricevitoria che della stessa rivendita, in attesa dell’esito delle indagini al termine delle quali si potranno valutare i presupposti per la revoca di tutti i titoli concessi dall’Amministrazione".

750 CONDIVISIONI
Gratta e Vinci rubato a Napoli, l'anziana ha ricevuto i soldi e ringrazia: "Caso gestito con professionalità"
Gratta e Vinci rubato a Napoli, l'anziana ha ricevuto i soldi e ringrazia: "Caso gestito con professionalità"
Com'è finita la storia del Gratta e Vinci da mezzo milione a Napoli? La vincitrice costretta a lasciar casa
Com'è finita la storia del Gratta e Vinci da mezzo milione a Napoli? La vincitrice costretta a lasciar casa
Avvelenati dal gioco d'azzardo: storie di ludopatici che hanno perso tutto e provano a rialzarsi
Avvelenati dal gioco d'azzardo: storie di ludopatici che hanno perso tutto e provano a rialzarsi
98.201 di Carmine Benincasa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni