Si segnala, purtroppo, un nuovo record di nuovi casi di Coronavirus emersi in Campania in 24 ore: da quanto emerge dall'ultimo bollettino dell'Unità di Crisi regionale – diramato alle ore 17 di venerdì 23 ottobre e relativo alla mezzanotte precedente – sono 2.280 i nuovi contagi, emersi dall'analisi di 15.801 tamponi. Sale dunque a 34.305 il numero totale dei contagiati in Campania dall'inizio della pandemia, mentre i tamponi analizzati sono 830.767. Le persone guarite, come riportato dall'ultimo bollettino, sono 194, mentre il totale sale a 9.107; si segnalano, purtroppo, anche 12 morti, registrati però, come fa sapere l'Unità di Crisi, tra il 20 e il 22 ottobre. Il totale delle persone decedute in Campania dall'inizio della pandemia è di 563. Per quanto riguarda la situazione negli ospedali, infine, su 1.114 posti letto di degenza, 1.090 sono occupati; per quanto riguarda le terapie intensive, occupati 98 posti su 227.

Covid, De Luca annuncia un nuovo lockdown

Ieri, nel corso della consueta diretta Facebook che va in onda ogni venerdì dall'inizio della pandemia, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha annunciato la possibilità di un nuovo lockdown: l'ordinanza potrebbe già arrivare tra oggi e domani. "I dati attuali sul contagio rendono inefficace ogni tipo di provvedimento parziale. È necessario chiudere tutto, fatte salve le categorie che producono e movimentano beni essenziali (industria, agricoltura, edilizia, agro-alimentare, trasporti). È indispensabile bloccare la mobilità tra regioni e intercomunale. Non si vede francamente quale efficacia possano avere in questo contesto misure limitate" ha detto De Luca nel corso della diretta.

Scontri nella notte contro De Luca e il coprifuoco

Nella giornata di ieri, precisamente alle 23, in Campania è entrato in vigore anche il coprifuoco: saracinesche abbassate dalle 23 alle 5 del mattino successivo. La decisione, unitamente all'annuncio del lockdown, ha scatenato una reazione violenta: migliaia di persone sono scese in piazza per protestare, dando vita poi a violenti scontri con le forze dell'ordine sotto il palazzo della Regione Campania, dove il corteo di protesta è giunto questa notte.