Covid 19
4 Gennaio 2022
9:47

Festa dell’Epifania, eventi con i regali ai bimbi vietati per Covid in alcuni Comuni della Campania

A Napoli annullata la consegna dei doni per la Befana da parte dei vigili del fuoco in piazza del Plebiscito. Divieti anche a Quarto e Sparanise.
A cura di Pierluigi Frattasi

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Festa dell’Epifania 2022 senza eventi pubblici e manifestazioni con regali e calze per i bimbi in molti comuni della Campania. Una decisione assunta da alcuni sindaci per evitare il rischio di assembramenti e di contagi in vista della riapertura delle scuole il prossimo 10 gennaio. A Napoli annullata la tradizionale consegna dei doni per la Befana da parte dei vigili del fuoco in piazza del Plebiscito, alla quale avrebbe dovuto presenziare anche il sindaco Gaetano Manfredi.

A Quarto, in provincia di Napoli, il sindaco Antonio Sabino ha sospeso con un'ordinanza tutti gli spettacoli, le esibizioni artistiche, i mercati e gli eventi culturali compreso gli eventi legati alle celebrazioni della festa della Befana.

A Sparanise in provincia di Caserta, il sindaco facente funzione Vitaliano Ferrara, ha firmato un’ordinanza con la quale gli asili nido pubblici e privati resteranno chiusi fino all’8 gennaio. Vietati per il giorno della Befana i momenti ricreativi per i bambini, a causa dell’aumento dei casi Covid19 in città che sono arrivati a quota 85.

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, intanto, negli ultimi giorni ha lanciato l'allarme sull'aumento dei contagi da Coronavirus proprio tra i giovani e giovanissimi, nella fascia di età da zero a 18 anni, in particolare in quella della scuola dell'obbligo, elementari e medie. De Luca ha chiesto al Governo Draghi di rinviare la ripresa della scuola in presenza fissata al momento per il 10 gennaio in Campania, per vaccinare gli studenti, con le lezioni che si terrebbero quindi in DaD. Ma il Governo ha rifiutato la proposta. Oggi se ne discuterà in Conferenza Stato-Regioni. Sulla lunghezza d'onda di De Luca ci sono anche altri governatori come quelli di Veneto e Toscana. De Luca ha spiegato che è previsto un picco di contagi tra il 15 e il 20 gennaio prossimi. Intanto, in Campania i ricoveri in intensiva sono arrivati a 60, mentre quelli in medicina ordinaria superano quota 700. Dati che non si vedevano da maggio.

31043 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni