238 CONDIVISIONI
22 Novembre 2021
20:00

Federico Salvatore prosegue la riabilitazione. La moglie: “Passi avanti giorno dopo giorno”

Prosegue la riabilitazione di Federico Salvatore, il cantante napoletano colpito da emorragia cerebrale lo scorso 10 ottobre. Lo ha spiegato la moglie Flavia.
A cura di Giuseppe Cozzolino
238 CONDIVISIONI

Prosegue la riabilitazione di Federico Salvatore, il cantante napoletano ormai da un mese costretto a fare i conti prima con una emorragia cerebrale, poi con il percorso riabilitativo intrapreso dopo la stabilizzazione delle sue condizioni. A darne la notizia è stata la moglie Flavia, che periodicamente fa sapere ai tanti fan del cantante napoletano le sue condizioni di salute.

Siete in tanti a chiedere quotidianamente aggiornamenti sulle condizioni di Federico. Come sapete, da due settimane, ha iniziato il suo percorso riabilitativo. Giorno dopo giorno si fanno passi avanti e le giornate di tutti noi che gli vogliamo bene proseguono nell’attesa che torni. Ho deciso di condividere con voi un video registrato per gioco durante un soundcheck dall’amico Gennaro in cui Federico si diverte a fare una delle cose che più ama: suonare la chitarra. Grazie sempre del grande affetto che ci dimostrate, a presto. Flavia.

Popolare artista partenopeo classe 1959, Federico Salvatore è molto noto anche a livello nazionale dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo 1996 e per la sua presenza fissa al Maurizio Costanzo Show, era stato colpito da un improvviso malore la sera del 10 ottobre, pochi giorni prima della data d'uscita del nuovo album "Azz.. 25 anno dopo", il progetto artistico nato per celebrare i venticinque anni di quella che è forse la sua canzone più nota e che lo ha reso famoso al grande pubblico. Dopo alcuni giorni di ricovero, la buona notizia dell'inizio della sua riabilitazione: non si sa quando potrà tornare a casa, ma la moglie assicura che "tornerà più forte di prima.

238 CONDIVISIONI
Covid, Luca Sepe dimesso dal Cotugno dopo 17 giorni di ricovero
Covid, Luca Sepe dimesso dal Cotugno dopo 17 giorni di ricovero
Torino, il primo tampone rapido disponibile solo a 6 giorni: "Siamo tutti pieni, è un bel guaio"
Torino, il primo tampone rapido disponibile solo a 6 giorni: "Siamo tutti pieni, è un bel guaio"
684 di Gianluca Orru
Quirinale, la new entry Sessa: "Come il primo giorno di scuola"
Quirinale, la new entry Sessa: "Come il primo giorno di scuola"
241 di askanews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni