183 CONDIVISIONI
5 Novembre 2021
13:55

Don Nicola De Blasio arrestato per materiale pedopornografico: oggi l’interrogatorio di garanzia

Interrogatorio di garanzia per don Nicola De Blasio, direttore della Caritas di Benevento e parroco di San Modesto: è accusato di detenzione di materiale pedopornografico. Il parroco si trova ora ai domiciliari, l’indagine è partita dalla Procura di Torino. Provvedimento notificato anche all’arcivescovo sannita, che ha aperto un’indagine ecclesiastica sul parroco.
A cura di Giuseppe Cozzolino
183 CONDIVISIONI

Si terrà oggi l'interrogatorio di garanzia per don Nicola De Blasio, il direttore della Caritas di Benevento e parroco di San Modesto, arrestato due giorni con l'accusa di detenzione di materiale pedopornografico. L'indagine è partita dalla Procura di Torino, ma per competenza territoriale è ora seguita da quella sannita, con il sostituto procuratore Marilia Capitanio che ha disposto gli arresti domiciliari per il parroco 55enne. Don Nicola De Blasio è difeso dagli avvocati Massimiliano Cornacchione ed Alessandro Cefalo. Ieri intanto la Procura di Benevento ha notificato anche all'Arcivescovo Metropolita sannita Felice Accrocca il provvedimento di detenzione ai domiciliari per don Nicola De Blasio, che ha provveduto a sua volta ad aprire un'indagine interna.

Molti i fedeli che non credono all'ipotesi formulata dalla Procura di Torino: i più confidano che dalle indagini il parroco ne uscirà anche rafforzato una volta che avrà dimostrato la sua piena innocenza. Nell'interrogatorio di garanzia di oggi, don Nicola De Blasio proverà a spiegare la presenza di quelle immagini e video pedopornografiche sul proprio computer scoperte dalla Polizia Postale nel corso della perquisizione effettuata la scorso mercoledì 3 novembre. Questa la nota della diocesi di Benevento, diffusa nelle scorse ore.

L’arcivescovo ha ricevuto dalla Procura di Benevento la notifica del provvedimento che dispone gli arresti domiciliari per don Nicola De Blasio, parroco di san Modesto e direttore della Caritas diocesana. Il sacerdote risulta indagato per il reato di detenzione di materiale pedopornografico nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura di Torino. Mons. Accrocca esprime vicinanza alle famiglie dei minori, soggetti di sfruttamento con video e foto; agli organi competenti viene assicurata piena collaborazione, perché si giunga alla verità dei fatti; nel frattempo, l’arcivescovo ha avviato l’indagine previa sui fatti contestati, come previsto dall’ordinamento canonico.

183 CONDIVISIONI
Storia di Don Fabrizio De Michino, sacerdote a Ponticelli morto ad appena 31 anni: l'ultima lettera al Papa
Storia di Don Fabrizio De Michino, sacerdote a Ponticelli morto ad appena 31 anni: l'ultima lettera al Papa
Oggi in Campania 14mila nuovi casi Covid. De Luca: "Ma restiamo zona bianca"
Oggi in Campania 14mila nuovi casi Covid. De Luca: "Ma restiamo zona bianca"
Baby Gang, il cappellano che l'ha accolto prima del successo: "Non è cattivo, sono fiducioso per lui"
Baby Gang, il cappellano che l'ha accolto prima del successo: "Non è cattivo, sono fiducioso per lui"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni