Sono negativi tutti i 22 colleghi del dipendente della metropolitana di Napoli risultato positivo al coronavirus nella giornata di ieri. Lo ha fatto sapere l'Azienda Napoletana Mobilità, che ha spiegato di aver "fatto eseguire oggi i test sierologici a 22 dipendenti tra agenti di stazione e impiegati agli info point che negli ultimi 14 giorni avevano lavorato con l'agente di stazione risultato positivo ieri al CoViD-19. Tutti i 22 test sono risultati negativi", conclude l'Anm, che gestisce la Linea 1 della metropolitana di Napoli.

Una buona notizia, dunque, che permette anche di lavorare serenamente ai colleghi dell'uomo risultato invece positivo: la paura infatti era che in caso di plurimi casi positivi, il tutto avrebbe finito per compromettere la stessa mobilità del servizio metropolitano che, tuttavia, negli ultimi giorni sta facendo registrare disagi da record. Nella giornata di ieri, la linea 1 della metropolitana si è infatti interrotta lungo la tratta Dante-Garibaldi, una delle più affollate, a partire dalle 15.30 del pomeriggio, e solo stamane alle 6 il servizio è tornato regolare. Poi, oggi pomeriggio, dopo appena dodici ore, nuova interruzione della medesima tratta che, a questo punto, potrebbe tornare nuovamente regolare soltanto domattina. Ignote, in entrambi i casi, le cause che hanno portato alla sospensione del servizio ed utenti che anche domattina scopriranno se la linea tra Garibaldi e Dante (particolarmente utilizzata da lavoratori e pendolari che arrivano dalla provincia) sarà stata ripristinata oppure se dovranno ricorrere ad altri servizi ausiliari come taxi o autobus.