217 CONDIVISIONI
Covid 19
30 Settembre 2022
9:37

De Luca anticipa il Governo: restano obbligatorie le mascherine in ospedali e rsa

Vincenzo De Luca gioca d’anticipo e pubblica un’ordinanza con la proroga delle mascherine in ospedali e Rsa fino al 31 ottobre, ma non sui mezzi di trasporto.
A cura di Giuseppe Cozzolino
217 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca gioca d'anticipo e firma la proroga dell'obbligatorietà delle mascherine in ospedali e Rsa. Lo ha annunciato Palazzo Santa Lucia, anticipando l'ordinanza che verrà emanata nel corso della giornata odierna, la numero 3 del 2022 in materia di Covid nella quale è stato esteso l'obbligo fino al 31 ottobre di mascherine "in tutte le strutture sanitarie, di ospitalità e lungodegenza, nelle Rsa, nelle residenze sanitarie assistenziali, negli hospice, nelle strutture riabilitative e nelle strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti".

Resteranno esclusi da questo obbligo i bambini sotto i sei anni e coloro i quali abbiano patologie o disabilità incompatibili con l'uso delle mascherine e le persone che devono comunicare con persone con disabilità in modo da non poter far uso del dispositivo. Inoltre, è stato fortemente "raccomandato" l'utilizzo delle mascherine anche all'interno dei mezzi di trasporto pubblico locale e regionale. L'ordinanza di De Luca, di fatto, si sovrappone alla proroga già decisa dal ministro per la Salute uscente Speranza, che aveva già annunciato la decisione nelle scorse ore.

L'anticipo dell'ordinanza

La Regione Campania ha comunicato, in anticipo all'ordinanza vera e propria che sarà pubblicata nelle prossime ore, i contenuti essenziali:

1. Fatta salva l’adozione di ulteriori provvedimenti in conseguenza dell’evoluzione della situazione epidemiologica e ferme le disposizioni che ne impongono l’obbligo per specifici uffici e luoghi di lavoro, su tutto il territorio regionale, dal 1° ottobre al 31 ottobre 2022, è fatto obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie (cc.dd. mascherine) in tutte le strutture sanitarie, di ospitalità e lungodegenza, nelle Rsa, nelle residenze sanitarie assistenziali, negli hospice, nelle strutture riabilitative e nelle strutture residenziali per anziani, anche non autosufficienti, e comunque nelle strutture residenziali di cui all'articolo 44 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 12 gennaio 2017, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 18 marzo 2017. Detto obbligo si estende al personale, agli addetti, agli utenti e ai visitatori.

2. Non hanno l'obbligo di indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie:
2.1. i bambini di età inferiore ai sei anni;
2.2. le persone con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, nonché le persone che devono comunicare con una persona con disabilità in modo da non poter fare uso del dispositivo.

3. A tutti i cittadini è raccomandato di utilizzare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie indicati al precedente punto 1. all’interno dei mezzi di trasporto, locale e regionale.

217 CONDIVISIONI
32131 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni