Coronavirus
7 Giugno 2021
13:44

Da oggi in Campania coprifuoco spostato a mezzanotte. Ma in realtà è saltato da tempo

Da oggi il coprifuoco scatterà a mezzanotte invece che alle 23, ma in Campania già da tempo la norma è saltata: lo dimostrano non solo i controlli delle forze dell’ordine, con decine di persone sanzionate, ma soprattutto le immagini e i video che circolano sui social e che mostrano feste di giorno e assembramenti fino a notte fonda.
A cura di Nico Falco
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Da oggi il coprifuoco slitta di nuovo: entrerà in vigore a partire dalla mezzanotte, per terminare come sempre alle 5 del mattino. Nei giorni scorsi era stato già spostato alle 23 (prima il limite era fissato alle 22) e dal 21 giugno verrà completamente abolito per le regioni in zona gialla (in zona bianca non è previsto). In Campania, però, specie da quando la regione è tornata in zona gialla e di pari passi con la diminuzione del numero di nuovi positivi, le restrizioni sono saltate già da tempo: i controlli delle forze dell'ordine testimoniano che sempre più spesso il limite delle 23 era già ampiamente disatteso.

Prove di questo allentamento nel rispetto delle norme sono anche le fotografie e i video che sono circolati sui social nei giorni scorsi. Feste sui lidi di giorno, assembramenti davanti ai locali di sera. E sciami di persone in strada anche ben oltre le 23, dopo la chiusura delle attività, e fino a notte fonda. Tutte immagini che raccontano la stessa storia: nessun distanziamento interpersonale, pochissime mascherine e spesso indossate male. Come se la percezione fosse quella di una pandemia ormai alle spalle e incapace di fare male, senza ricordare che anche l'anno scorso, dopo i due mesi di lockdown duro, i contagi calarono drasticamente fino ad essere prossimi allo zero ma che proprio l'allentamento delle misure ha portato a quella nuova ondata che in un anno, in Campania, ha causato quasi 7mila morti (il 1 agosto 2020 erano 435, oggi sono arrivati a 7.242).

Ieri sera, durante controlli interforze svolte dai poliziotti del commissariato di San Ferdinando e dai carabinieri e dai finanzieri dei comandi provinciali di Napoli, 45 persone sono state sanzionate tra via Nazario Sauro e Largo Sermoneta, nella zona dei baretti, perché in strada durante il coprifuoco. Nella notte, invece, gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Questura e del commissariato Vicaria-Mercato hanno scoperto una festa abusiva in un locale di via Cesare Rosaroll. Al loro arrivo un uomo, fermo sulla porta, ha avvisato le persone che stavano ballando all'interno, sollecitandole ad allontanarsi; identificato, è stato sanzionato perché in strada in orario di coprifuoco. Il locale è stato chiuso per 5 giorni e il proprietario è stato sanzionato per l'apertura oltre l'orario consentito.

27417 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni