In arrivo un maxi-carico di vaccini in Irpinia: quasi 12mila le dosi Pfizer/Biontech che saranno consegnate entro le prossime 24 ore alla provincia di Avellino, evitando così di dover ricorrere alle scorte "d'emergenza" della Regione Campania. La campagna vaccinale, dunque, si è interrotta solo per la giornata di ieri, domenica 11 aprile: già da oggi era ripartita proprio grazie alle "scorte" regionali (essenziali proprio nelle occasioni d'emergenza).

Quelle in arrivo per la sola Irpinia sono 11.700 dosi circa: ovvero, 10 "pizze" da 950 flaconi l'una. Considerato che da ogni flacone si possono estrarre sei dosi da iniettare ai pazienti, si tratta di 11.700 dosi complessive, destinate alle categorie fragili, ovvero pazienti affetti da particolari patologie, nonché agli over 80. Intanto quest'oggi, dopo la "pausa" di 24 ore, è ripartita la campagna di vaccinazione in tutti i 23 hub della provincia di Avellino per tutte le categorie per le quali è previsto attualmente il vaccino anti Covid: oltre ai già citati fragili ed over 80, anche gli over 70 e, in alcuni centri, anche per gli over 60, la cui campagna di immunizzazione è partita quest'oggi, dopo che da venerdì la Regione Campania aveva sbloccato la piattaforma anche per loro. L'Unità di Crisi della Regione Campania ha fatto sapere che da domani "le vaccinazioni si svolgeranno regolarmente, secondo convocazioni, nei centri vaccinali della regione", e che dunque la tanto temuta "emergenza" è stata scongiurata. Quest'oggi, il presidente De Luca aveva duramente attaccato il piano vaccinale del Governo, spiegando di essere pronto anche a non partecipare più alla conferenza Stato-Regioni in caso di mancato arrivo delle dosi richieste.