In Campania arriva il vaccino Moderna contro il Coronavirus. La prima spedizione di 6mila vaccini è attesa tra il 25 e il 27 gennaio. Il vantaggio rispetto al vaccino di tipo Pfizer è che il Moderna non richiede i super-frigoriferi con temperature sotto gli 80 gradi centigradi, ma può essere conservato anche a -25 gradi e se la confezione è integra tra i 2 e gli 8 gradi per un mese. Come il Pfizer, anche il vaccino Moderna richiede il richiamo, ma dopo 28 giorni, anziché 21. E garantisce la piena immunità al Covid19 dopo 2 settimane anziché 1 settimana, a differenza del Pfizer. Il vaccino Moderna, poi, è indicato a partire da 18 anni, mentre il Pfizer da 16 anni.

L'Unità di Crisi: "Utile per la vaccinazione di massa"

La prima consegna di vaccini Moderna contro il covid19 per la Campania è attesa tra il 25 e il 27 gennaio, fa sapere l'Unità di Crisi per l'emergenza Coronavirus della Campania. Sarà una spedizione da 6000 vaccini per cominciare. Il vaccino Moderna è particolarmente atteso anche in vista della campagna di massa, poiché non necessità di temperature di conservazione particolarmente basse come quello di Pfizer e quindi potrebbe essere distribuito in maniera capillare coinvolgendo anche i medici di base nella vaccinazione delle persone anziane.

Intanto la Campania prosegue la campagna vaccinale con le dosi Pfizer di cui a inizio settimana prossima arriverà una nuova fornitura da circa 36.000 dosi che servirà a completare la vaccinazione per l'area sanitaria e per l'avvio dei richiami. La Campania sta eseguendo, dall'ultima spedizione di vaccini ricevuta, l'accantonamento del 30% delle dosi per avere la copertura per la seconda dose che va inoculata 21 giorni dopo la prima.

Per il Moderna non servono i super-frigoriferi

Il Moderna è il secondo vaccino COVID-19 a cui l’Agenzia del Farmaco AIFA ha dato il via libera, dopo quello Comirnaty, sviluppato da BioNTech e Pfizer e autorizzato il 22 dicembre 2020. Rispetto al vaccino Comirnaty, sulla base dei dati attualmente disponibili, il profilo di sicurezza e di efficacia del vaccino Moderna appare sostanzialmente sovrapponibile. Si rilevano alcune differenti caratteristiche: Il vaccino Moderna è indicato a partire dai 18 anni di età, anziché dai 16 anni;La schedula vaccinale prevede due somministrazioni a distanza di 28 giorni, invece che di almeno 21 giorni;L’immunità si considera pienamente acquisita a partire da 2 settimane dopo la seconda somministrazione, anziché una;Il vaccino viene conservato a temperature comprese tra i -15° e -25°, ma è stabile tra +2° e +8° per 30 giorni se in confezione integra;Il flaconcino multidose contiene 6,3 ml e non richiede diluizione, è quindi già pronto all’uso.