Code di automobili e traffico praticamente bloccato nella zona prospiciente l'ingresso dell'ospedale Cardarelli di Napoli e nelle strade limitrofe. I forti rallentamenti alla circolazione – in una zona già solitamente interessata da traffico intenso – sarebbero dovuti al tempo impiegato per misurare la temperatura ai iniziano il loro turno in ospedale – misura necessaria al contenimento della Covid-19 – come fa sapere in una nota la Commissione Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità del Comune di Napoli, che ha chiesto contezza della situazione al vicesindaco Enrico Panini, al responsabile dell'Area Viabilità Giuseppe D'Alessio e al direttore generale dell'ospedale Cardarelli Giuseppe Longo.

"Sono prevenute alla scrivente Commissione numerose segnalazioni da parte di automobilisti che lamentano fin dalle prime ore del mattino – si legge nella nota – il rallentamento della viabilità ordinaria dell'anello ospedaliero, con ripercussioni sulle uscite della Tangenziale, in coincidenza con l'ingresso dei dipendenti del Cardarelli". La nota continua: "Sembrerebbe infatti che la causa di tale rallentamento sia dovuta alla coda di veicoli al varco di ingresso dedicato ai dipendenti della struttura ospedaliera, che si genera, di prima mattina, per la misurazione della temperatura corporea come misura di prevenzione al Covid".

Alla luce di quanto appreso, la Commissione Infrastrutture, Lavori Pubblici e Mobilità ha così chiesto, attraverso la nota di cui sopra, a chi di competenza di verificare la veridicità di quanto appreso e, in caso vi fossero delle criticità in tal senso, di risolvere la situazione, al fine di alleggerire le ripercussioni sulla viabilità dell'intera area.