immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Troppi casi di Coronavirus a Contrada, paesino di meno di tremila anime nella provincia di Avellino. E allora, per garantire più controlli in città a garantire il rispetto delle norme anti-contagio, che vietano gli assembramenti e impongono di utilizzare i dispositivi di protezione individuale, il sindaco Pasquale De Santis ha deciso di affidarsi a un istituto di vigilanza privata. Saranno infatti le guardie giurate private ad effettuare, in sinergia con le forze dell'ordine locali, i controlli volti alla verifica del rispetto delle norme anti-Coronavirus nella piccola cittadina irpina.

La decisione del prima cittadino di Contrada è arrivata dopo un aumento esponenziale dei casi in città: sono 38 le persone attualmente positive a Contrada, mentre si attendono i risultati di altri tamponi, che dovranno essere confermati dall'Asl di Avellino; un dato così alto non si era raggiunto nemmeno nelle fasi più acute della pandemia. Stando alle prime risultanze, la maggior parte dei casi sarebbero collegati alla tradizionale festa dell'uccisione del maiale. Per questo, oltre alla decisione di aumentare i controlli avvalendosi dell'istituto di vigilanza privata, il sindaco De Santis ha disposto la chiusura temporanea del mercato settimanale che si svolge a Contrada ogni domenica e si appresta a disporre la chiusura anche della Villa Comunale e del cimitero cittadino.

"La cittadinanza è invitata a mantenere la calma e ad osservare in maniera ancora più stringente le prescrizioni per il contenimento del diffondersi del virus, le informazioni ufficiali saranno fornite dal sottoscritto mediante il sito del Comune e attraverso i social" ha scritto il sindaco De Santis sui social network.