235 CONDIVISIONI
Covid 19
21 Agosto 2020
17:35

Coronavirus, test sierologico a chi dona il sangue in ospedale. Il Cardarelli: c’è emergenza sacche

Il responsabile della Banca del Sangue del Cardarelli Michele Vacca: “C’è emergenza in Campania, servono almeno 2mila sacche di sangue. Per i donatori a disposizione il test sierologico anti-Covid19”. I servizi trasfusionali negli ospedali della Campania sono aperti dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12,30.
A cura di Pierluigi Frattasi
235 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

“La Campania in questi giorni di fine agosto sta attraversando un periodo di vera difficoltà riguardo l'approvvigionamento di sangue. A causa di questa grave carenza, in questo periodo, molti interventi chirurgici programmati possono correre il rischio di essere rimandati e per molti pazienti con malattie croniche che necessitano di continue trasfusioni, potrebbe non essere garantita una appropriata terapia. Per coprire queste necessità sono indispensabili circa 2.000 unità di sangue in tutta la Regione. Per i donatori a disposizione il test sierologico anti-Covid19”. La denuncia arriva da Michele Vacca, direttore della Struttura Regionale di Coordinamento per le attività Trasfusionali della Campania, nonché responsabile del SIT (Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale) dell'Ospedale Cardarelli, la Banca del Sangue.

Chi può donare il sangue

“La donazione è un atto semplice e sicuro”, ricorda Vacca. Possono donare le persone dai 18 ai 65 anni possono recarsi presso i Servizi Trasfusionali negli ospedali, aperti dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 fino alle ore 12:30, muniti di un documento di riconoscimento. Dopo alcuni velocissimi esami pre-donazione, ci sarà un colloquio privato con il medico che giudicherà se, in base agli esami e alla storia clinica, si è idonei per donare. Tutta la procedura dura al massimo 30 minuti. Dopo un velocissimo ristoro, si può tornare alle normali attività quotidiane.

Test rapido anti-Covid19 per chi dona

Il direttore del centro ricorda anche che la donazione è una buona occasione per un check up: "Il sangue – spiega verrà approfonditamente analizzato per individuare possibili malattie che possono essere trasmesse al ricevente. I virus dell'epatite, B, C e HIV, la sifilide, lo stato funzionale del fegato, del rene, del metabolismo in generale, colesterolo ed i trigliceridi, fanno parte del pattern di esami effettuati sul sangue del donatore. A giudizio del medico, tutti gli esami del sangue possono essere effettuati, ad esempio il PSA per gli uomini adulti o gli esami tiroidei. I risultati saranno spediti per posta al domicilio del donatore. Per i donatori che lo richiedono è a disposizione il test sierologico per la verifica della presenza degli anticorpi anti Covid".

235 CONDIVISIONI
31402 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni