Proseguono i controlli delle forze dell'ordine a contrasto delle pratiche commerciali scorrette in collegamento alla pandemia di Coronavirus. Nell'ambito di tali operazioni, gli uomini della Guardia di Finanza della tenenza di Vallo della Lucania hanno controllato diversi esercizi commerciali della provincia di Salerno: in uno di questi, i militari delle Fiamme Gialle hanno sequestrato 17 termoscanner  a infrarossi falsi, di quelli utilizzati ad esempio dagli esercizi commerciali per misurare la temperatura ai clienti, come prescrivono le norme anti-contagio: i dispositivi, importati dalla Cina e venduti come dispositivi medici, sono risultati sprovvisti del marchio CE, dell'attestazione di affidabilità e accompagnati da falsa certificazione di conformità.

I militari della Guardia di Finanza, su delega della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, hanno acquisito ed esaminato la documentazione commerciale e contabile, risalendo così alle società fornitrici, con sede a Fisciano (Salerno) e a Matera: nelle sedi sono stati rinvenuti e sequestrati altri 1.700 termoscanner falsi, come quelli sequestrati precedentemente nell'esercizio commerciale. Gli inquirenti hanno stimato il valore commerciale della merce sequestrata intorno ai 180mila euro; tre responsabili delle attività controllate sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per frode nell'esercizio del commercio. I controlli delle forze dell'ordine volti al contrasto dell'abusivismo commerciale e a tutela della salute dei consumatori, soprattutto in un periodo delicato come questo, con l'emergenza Coronavirus, proseguiranno anche nei prossimi giorni.