Superati i 1.500 i positivi al Coronavirus in provincia di Caserta da quando è scoppiata la pandemia lo scorso marzo. I nuovi contagiati nelle ultime 24 ore sono 57, secondo i dati diffusi dall'Asl di Caserta, numeri che portano il numero totale dei positivi a 1.554. Dall'inizio di settembre sono oltre 550 i nuovi positivi, praticamente circa un terzo dei contagi totali dall'inizio della pandemia è stato registrato negli ultimi 20 giorni. Mentre nell'ultimo mese e mezzo i casi sono 647. Ma a preoccupare adesso sono i mini-focolai. I guariti totali dall'inizio della pandemia sono 859 (22 in più nelle ultime 24 ore), mentre aumentano le persone in quarantena per aver avuto contatti stretti con i positivi. Aad oggi sono 1.029 (più 32 rispetto alla giornata di ieri). Il maggior numero di contagiati dal Coronavirus si registra a Caserta città, dove i positivi attivi sono 70, mentre ad Aversa le guarigioni stanno facendo calare gli attuali positivi (sono 59). Focolai si continuano inoltre a registrare in centri meno popolosi come Casal di Principe (49 casi), Castel Volturno (54) e Marcianise (35), ma situazioni con un media di una decina di contagiati si osservano in una dozzina di Comuni di Terra di Lavoro.

Aumentano i ricoveri in provincia di Caserta

Crescono costantemente anche i ricoverati al Covid Hospital di Maddaloni, che conta complessivamente 65 posti letto (50 per contagiati non gravi e 15 per la terapia intensiva): sono 55 attualmente i positivi in ospedale, di cui quattro in terapia intensiva, e una quindicina in ossigeno-terapia.

Asl Caserta: “Preoccupati da mini-focolai”

“Non registriamo più cluster – spiega Ferdinando Russo, direttore generale dell'Asl di Caserta – ma mi preoccupano molto i micro-focolai, che sono tanti e sparsi ovunque sul territorio; sono perlopiù conseguenza dei rientri dalle ferie, riguardano tanti nuclei familiari, e lentamente l'età media del contagio si va alzando: se quindi giorni fa era sotto i 30 anni, oggi si è spostata oltre i 40. Da lunedì 28 settembre saranno disponibili al Covid Hospital altri 20 posti letto per degenti meno gravi, mentre da domani attiveremo 20 posti letto a Teano per la terza fase Covid, ovvero per quei soggetti clinicamente guariti ma che hanno bisogno di ancora tempo per una completa negativizzazione. Si è quasi concluso inoltre lo screening dell'Asl di Caserta, fatto con test rapidi ed eventuali tamponi, al personale scolastico, in vista dell'imminente ripresa dell'anno di studi. Nei prossimi giorni l'Asl avrà in dotazione tamponi con metodica veloce, e darà il via anche ad una forte campagna di sensibilizzazione per il vaccino antinfluenzale, che quest'anno, con la pandemia da Coronavirus in atto, acquista un'importanza basilare”.