Il comune di Anacapri promuoverà l'utilizzo sull'isola di Immuni, l'applicazione per smartphone per il tracciamento dei contagi da coronavirus. La Giunta Comunale, nella seduta di stamattina, 6 agosto, ha approvato la proposta del sindaco Alessandro Scoppa che prevede di promuovere la diffusione dell'applicazione sui dispositivi mobili secondo modalità e tempi che saranno concordati dal ministero della Salute. L'idea era stata già lanciata dalla delegazione isolana dell'Unione Nazionale Consumatori ed era stata raccolta dai sindaci di Capri e Anacapri per avere uno strumento ulteriore che possa aiutare le Asl nel tracciamento dei contatti, in special modo in questo periodo in cui sono molti i turisti che raggiungono l'isola.

L'applicazione funziona tramite Bluetooth e non raccoglie dati personali né informazioni dal gps. Conserva all'interno del dispositivo (e non su server esterni, proprio per tutelare maggiormente la privacy) una lista di dispositivi a cui il terminale è stato vicino, identificati tramite un codice alfanumerico; nel caso un cittadino risulti positivo, può caricare sull'applicazione una stringa che verrà fornita dal personale sanitario e far partire il sistema delle notifiche: l'applicazione, sempre in modo anonimo, invierà un messaggio agli altri utenti avvertendoli che sono stati a contatto con una persona risultata positiva. Qui nei dettagli come funziona l'app Immuni.

"Si tratta di una applicazione scaricabile gratuitamente sui dispositivi mobili, che permette, attraverso un tracciamento dei contatti, di avvertire gli utenti che hanno avuto un’esposizione al rischio di contagio da Covid-19, anche in caso di asintomatici – si legge in un comunicato dell'amministrazione comunale di Anacapri – venendo informati tempestivamente dall’app di un possibile contagio, gli utenti possono così isolarsi per evitare di contagiare altri, contattando poi il proprio medico di famiglia. Uno strumento in più contro l’epidemia, quindi, il cui sistema di funzionamento è stato sviluppato di concerto con il Garante per la Protezione dei Dati Personali, riservando massima attenzione alla privacy degli utenti: tutti i dati raccolti durante il periodo di attività dell’app verranno infatti cancellati non appena non saranno più necessari e comunque non potranno essere conservati oltre il 31 dicembre 2020".