Nuova ordinanza anti-Covid19 del governatore Vincenzo De Luca: prorogata la chiusura delle scuole dall'infanzia alle superiori fino al 14 novembre. Confermati anche il blocco degli spostamenti tra le Province e l'attività di jogging consentita solo nella fascia 6-8,30. Il presidente della giunta regionale conferma così quanto aveva anticipato già ieri, all'indomani della dichiarazione della Campania quale area gialla, ossia quella a rischio moderato per il Coronavirus, da parte del Premier Giuseppe Conte. Una classificazione contestata dal governatore campano che infatti ha subito precisato che i provvedimenti restrittivi per la scuola in Campania sarebbero stati ugualmente confermati. Inizialmente, invece, si era pensato che la Campania potesse ricadere in area arancione, mentre in mattinata il sindaco di Napoli Luigi De Magistris aveva ventilato l'ipotesi dell'area rossa.

Ordinanza di De Luca: le scuole restano chiuse

L'Unità di Crisi per l'emergenza Covid19 ha infatti anticipato i contenuti dell'ordinanza regionale numero 89 in corso di pubblicazione, firmata del Presidente Vincenzo De Luca, che contiene ulteriori misure di prevenzione e contenimento dell'epidemia da Covid-19.
Si tratta della conferma, in relazione al nuovo DPCM, delle misure adottate nelle settimane scorse sull'attività scolastica e sulla mobilità.
L'Ordinanza dispone la conferma dal 6 novembre 2020 al 14 novembre 2020, della sospensione delle lezioni in presenza nelle scuole, da quella dell'Infanzia alle Superiori. Vengono confermati inoltre il blocco della mobilità interprovinciale già vigente, e la fascia oraria tra le 6 e le 8,30 in cui è consentita la pratica dello jogging.