Sono 651 i nuovi casi positivi al Coronavirus in Campania, mentre i tamponi analizzati nei laboratori della Campania sono 9.441, di cui 1.692 antigenici. Questi i dati relativi alle ultime 24 ore in regione, come comunicato dall'Unità di Crisi della Regione Campania nel consueto bollettino giornaliero. Ieri erano stati 714 i nuovi casi, con 7.758 tamponi analizzati. Numeri che confermano una leggere crescita della curva del contagio anche nella regione amministrata da Vincenzo De Luca e, per ora, inserita nella zona gialla dell'emergenza pandemica. Dei 651 nuovi positivi, 85 risultano emersi dai test antigenici rapidi. Complessivamente, si tratta di 30 sintomatici e 536 asintomatici.

Aumentano anche i casi di decessi dovuti al Coronavirus: altri 34 nelle ultime 24 ore, con il totale che arriva a 3.429 persone decedute da inizio pandemia. Sono invece guarite altre 1.399 persone in Campania, portando il numero complessivo a 133.205 persone totali. Sono 97 le persone ricoverate nelle terapie intensive in regione, che si aggiungono alle 1.468 persone ricoverate nei reparti di degenza ordinaria. Il totale dei casi, da inizio pandemia, è dunque di 208.514 persone positive su 1.503.70 testate, mentre i tamponi analizzati sono 2.255.000 in tutto. Nella città di Napoli intanto sono poco meno di 14mila i casi ancora attivi, con il numero di decessi che è di poco sotto quota mille. Quasi 450 le persone residenti in città che sono ricoverate invece in ospedale. Nella sola Napoli, dunque, i casi complessivi sono 40mila da inizio pandemia. Da lunedì 18 gennaio, intanto, hanno riaperto anche le terze classi delle scuole elementari della Campania, che si uniscono alle prime due e agli asili, tornati alla didattica in presenza già lo scorso 11 gennaio. Nei prossimi giorni si deciderà per l'eventuale riapertura delle altre classi delle elementari, delle medie e delle superiori.