Sono 61 gli attualmente positivi al Coronavirus nella città di Napoli, secondo l'ultimo bollettino bisettimanale diffuso dal Comune e aggiornato all'11 agosto: 24 casi in più rispetto a venerdì 7 agosto, 4 giorni fa, quando i positivi erano 44. Per rivedere gli stessi numeri di oggi bisogna risalire ai bollettini del 14-15 giugno quando gli “attualmente positivi” in città erano 60-62. Un record di aumenti che riporta ai dati di crescita del mese di maggio, quando nei giorni dal 4 all'8 maggio si passò da 933 a 952 positivi, con un aumento di 19 casi.  Il numero più basso di contagiati “attivi” nel capoluogo partenopeo, invece, si è avuto il 10 luglio scorso con 12 “attualmente positivi”. Poi un continuo aumento. Il 28 luglio i “positivi attivi” erano 31 in città. In 14 giorni sono raddoppiati, arrivando ai 61 di oggi. Restano fermi a 143 invece i decessi totali dall'inizio della pandemia. L'ultimo si è registrato nel bollettino del 17 luglio scorso, quando i positivi in città erano 19.

A Napoli 24 contagiati e 5 ricoverati in più in 4 giorni

Nell'ultimo resoconto bisettimanale rispetto alla situazione dei contagi COVID-19 per la Città di Napoli, aggiornato a oggi martedì 11 agosto, i “residenti a Napoli attualmente positivi sono 61, 24 in più rispetto al 7 agosto, di questi 46 sono in isolamento a casa, mentre ci sono 5 ricoverati in più in ospedale, saliti da 10 a 15. Nessuno in terapia intensiva. I guariti totali sono 880, mentre i positivi complessivi da quando è scoppiata la pandemia sono 1.084”. “Il totale dei “positivi attivi” – precisa il Comune – è ottenuto dalla somma dei dati riportati in rosso nella grafica: cioè i “ricoverati in ospedale” e “in isolamento a casa”. I dati sono trasmessi ogni giorno dall'ASL Napoli 1 Centro. Il prossimo bollettino sarà diffuso venerdì 14 agosto”.

Al Cotugno 9 ricoverati, di cui 3 in terapia sub-intensiva

Sono 9 gli attualmente ricoverati presso l'ospedale Cotugno di Napoli, centro di riferimento regionale per le la lotta al Covid19, di cui 6 in ricovero ordinario e 3 in terapia sub-intensiva. Il numero, però, in questo caso, include anche persone positive che sono residenti in altri comuni diversi da Napoli e che sono stati trasportati al Cotugno per le cure mediche. "Si registra un aumento delle persone che si presenta in questi giorni alla tenda del Cotugno per fare i tamponi – spiegano dall'ospedale – I motivi possono essere diversi: perché sono entrati in contatto con positivi, hanno sintomi, sono rientrati dall'estero o hanno paura. C'è un aumento anche dei casi positivi".