Tutte le funicolari di Napoli sono chiuse per sciopero: l'agitazione, largamente annunciata, è iniziata alle 9 di questa mattina e durerà 8 ore. L'adesione sembra alta, come dimostra la chiusura di tutti e 4 gli impianti di risalita gestiti dall'Azienda Napoletana Mobilità (Centrale, Chiaia, Mergellina e Montesanto). Le prime corse sono previste a partire dalle 17 di oggi. Lo sciopero è stato proclamato dalle sigle sindacali Filt Cgil, Uiltrasporti e Ugl Fna. Alle 7 il servizio è iniziato regolarmente, mentre alle 9.20 di oggi sono partite le ultime corse: le prime sono previste a partire dalle 17, fino a fine turno che cade alle 22. Per gli utenti della Funicolare di Mergellina è prevista dalle 14 una navetta sostituiva, come già avviene negli altri giorni.

L'ultimo sciopero dei dipendenti del settore Funicolari dell'Azienda Napoletana Mobilità risale allo scorso 13 luglio, quando l'adesione all'agitazione promossa dalle medesime sigle sindacali fu del 19%: in quel caso, tuttavia, lo sciopero era stato indetto per sole quattro ore rispetto alle otto di oggi. Sciopero che, spiegano i sindacati, è dovuto alla mancata applicazione dell'accordo sindacale firmato con l'azienda il 15 maggio scorso, con particolare riferimento alla carenza in organico di operai e degli agenti cosiddetti "surroganti". Da segnalare che, sempre oggi, scatta la chiusura dell'ascensore di Chiaia, che collega l'omonima via dello shopping partenopeo alla collina di Pizzofalcone, nel punto all'incrocio tra via Monte di Dio, via Gennaro Serra e via Nicotera (che proprio oggi riapre invece alla circolazione), dove si trova anche il cantiere della Linea 6 della metropolitana. Ascensore che, in servizio da trent'anni, sarà sottoposto a restauro completo. Restano invece attive le scale interne che collegano le due strade.