immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

Il Pronto Soccorso dell'ospedale di Sarno è stato temporaneamente chiuso per sanificazione ieri sera, 14 luglio, dopo l'arrivo nei locali di un caso sospetto di coronavirus. Si tratta di un ragazzo originario del Bangladesh e residente nella provincia di Napoli, arrivato in ospedale per forti dolori alla testa, sintomo riconducibile a Covid-19. Il giovane è stato sottoposto al test sierologico rapido, che ha dato esito positivo; è stato quindi disposto il ricovero d'urgenza in una camera isolata ed è stato avviato il protocollo previsto per i casi sospetti di coronavirus.

Il giovane è stato sottoposto, naturalmente, anche all'esame col tampone nasofaringeo, i risultati dovrebbero essere pronti nella mattinata di oggi. Come da prassi in casi del genere, la direzione sanitaria ha disposto immediatamente la sanificazione per i locali in cui è stato il ragazzo e i controlli sanitari per il personale sanitario entrato in contatto con lui; è stato necessario chiudere momentaneamente il Pronto Soccorso per gli interventi di sanificazione.

Pronti entro oggi anche i risultati dei tamponi effettuati ai contatti stretti di una ragazza di 17 anni, incinta al settimo mese, che nei giorni scorsi è risultata positiva al coronavirus a Napoli. La ragazza vive nel campo rom di Scampia, la positività è stata scoperta in ospedale durante i controlli per la gravidanza ed è stata confermata al Policlinico Federico II, dove la giovane è stata ricoverata ed è stato effettuato il secondo tampone di conferma. Sotto controllo 11 persone del campo rom, tra familiari e conoscenti; nessuno di loro, 17enne compresa, presenta sintomi da Covid-19.