Il maresciallo Antonio Montaquila.
in foto: Il maresciallo Antonio Montaquila.

Investito e ucciso da un'automobile mentre fa jogging: è morto così, a 38 anni, il maresciallo Antonio Montaquila, originario di Vairano Paternora, nel Casertano, ma in servizio presso la stazione dei carabinieri di Formicola, altra cittadina della provincia casertana, dove era il vicecomandante. Il giovane maresciallo sarebbe stato travolto da un'automobile che è uscita improvvisamente fuori strada, travolgendolo in pieno: ma le forze dell'ordine sono al lavoro per ricostruire la tragedia nei dettagli.

Antonio Montaquila, stando alle prime ricostruzioni, stava facendo jogging su via Tifatina, la strada che dal centro di Capua porta verso Sant'Angelo in Formis, attorono alle 19 di ieri, martedì 22 settembre. Qui, per cause ancora da accertare, l'automobile con a bordo due ragazzi sarebbe uscita fuori strada, travolgendolo in pieno e uccidendolo sul colpo. Montaquila, 38 anni, lascia una moglie due figli piccoli. Ad accorrere sul posto, dopo l'incidente, gli stessi colleghi del giovane maresciallo, in lacrime alla vista del corso senza vita del proprio collega a lato della strada lungo via Tifatina, l'arteria che partendo da Capua e costeggiando il fiume Volturno arriva fino a Sant'Angelo in Formis, alle porte di Santa Maria Capua Vetere. In tanti sui social stanno esprimendo il proprio cordoglio per la morte del giovane maresciallo, conosciutissimo in zona. Molti lo ricordano come un "ragazzo d'oro" e sempre disponibile per gli altri, con il jogging ed il calcio come grande passione. Era anche il più giovane sottufficiale della compagnia di Capua: immediato anche il cordoglio da parte dell'Arma dei Carabinieri.