I centralini squillano a vuoto da ore, risponde una segreteria telefonica e invita a mandare una email: la telefonata, effettuata almeno 10 volte, è ad uno dei centri diagnostici più grandi di Napoli e del Mezzogiorno; la situazione è comune a decine di altri laboratori di analisi privati abilitati ad effettuare i tamponi molecolari per Sars-Cov2 in Campania, ovvero i tamponi per scoprire se si ha il Coronavirus. Ieri,  martedì 13 ottobre, la Regione Campania ha reso noto un elenco dei laboratori privati della Campania accreditati per effettuare i tamponi molecolari.  Poche ore dopo, una correzione:

Ad integrazione dell'elenco già pubblicato dei laboratori accreditati per effettuare i tamponi, si comunica che altri centri stanno completando la registrazione sulla piattaforma regionale. L'elenco pubblicato anche sul sito della Regione sarà quindi ulteriormente integrato nelle prossime ore.

Risultato? Coloro che hanno un problema, cioè sono sospetti Covid e vogliono usufruire della prestazione a pagamento hanno un elenco (incompleto) telefonico di laboratori di analisi della Campania da chiamare ma le riposte in alcuni casi sono sconcertanti: tipo che c'è una lista d'attesa superiore al tempo di quarantena previsto attualmente dalla legge in caso di sospetta positività. Dunque meglio andare alle Asl e attender l'alba pur di prendere il numero giusto e assicurarsi il test, come al Frullone (Asl Napoli 1)?

Molte segreterie di laboratori privati si dicono non a conoscenza dell'inserimento della struttura in un elenco regionale, altri non rispondono, altri si affidano all'email. Poi c'è la questione prezzi: un tampone molecolare a pagamento ha costo variabile dai 50-60 euro agli 80 euro nei centri più piccoli, più  altre 20 euro se si  vuole il prelievo a domicilio. Addirittura spuntano le offerte di tamponi "pacchetto famiglia", di solito effettuate sul web. Del resto chi fa un test Covid è preoccupato anche di estendere ai propri familiari la sicurezza di non essere stato esposto al contagio.