Momenti di caos, questa mattina, all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, in provincia di Napoli, causati dall'indisciplina di coloro che si sono recati nel nosocomio flegreo per sottoporsi al tampone Covid. Chi ha bisogno di essere sottoposto all'esame diagnostico per il Sars-Cov-2, infatti, deve prenotarsi, tramite il proprio medico di famiglia, ricevendo poi comunicazione sull'orario nel quale presentarsi in ospedale per eseguire il tampone. Questa mattina, però, coloro che si erano prenotati non hanno rispettato l'orario che gli era stato indicato e si sono presentati tutti all'apertura, generando una lunga fila di automobili nell'area antistante il Pronto Soccorso e il padiglione Covid dell'ospedale, dove è stata allestita la postazione per i tamponi, che qui vengono effettuati direttamente in auto. La situazione è tornata alla normalità soltanto intorno alle ore 12.

Ressa, assembramenti e lunghe code si sono registrate anche al Frullone, periferia settentrionale di Napoli, una delle postazioni allestite dall'Asl per effettuare i tamponi alla cittadinanza. Negli ultimi giorni, in concomitanza con l'aumento dei casi di Covid in Campania, al Frullone si sono registrate lunghe file di persone che hanno atteso in coda anche ore in attesa del proprio turno per sottoposti al tampone. Nel frattempo, proprio per ovviare alla richiesta di tamponi, dovuta come detto all'aumento dei casi, la Regione Campania ha autorizzato anche le strutture private ad effettuare il tampone per rilevare la presenza del Sars-Cov-2. "In considerazione del quadro epidemiologico e del massivo contact tracing in atto – si legge in una nota diramata dalla Regione Campania – è stato deciso di autorizzare le strutture private ad effettuare tamponi a singoli privati cittadini, con obbligo di comunicare gli esiti, positivi e negativi, alla piattaforma sanitaria regionale. È stata ribadita ai direttori generali l’indicazione di comunicare l’esito dei tamponi in 24/48 ore massimo, con particolare attenzione ai casi sospetti nelle scuole. Le strutture competenti sono state richiamate a trasmettere i numeri telefonici per consentire l’invio del risultato del tampone via sms, come già avviene per alcuni laboratori".