Un frame del video caricato sui social network
in foto: Un frame del video caricato sui social network

Un bambino di 11 anni di San Giorgio a Cremano è stato investito da un'automobile e ha riportato la frattura scomposta di tibia e perone; secondo la Polizia Municipale, che indaga sull'incidente, potrebbe trattarsi della tragica conseguenza di una challenge nata sui social network, in cui la sfida consiste nel lanciarsi sul cofano di un'automobile in transito mentre gli amici riprendono col cellulare; l'ipotesi è stata smentita dalla madre del bambino, che con un post in un gruppo dedicato al comune del Napoletano ha spiegato che si è trattato di un semplice investimento e che il piccolo non ha cercato di salire sul cofano dell'automobile.

Il ragazzino è stato investito mercoledì pomeriggio, 16 settembre, in via Galante, intorno alle 16:30. La donna al volante ha riferito alle forze dell'ordine che indagano sull'episodio di esserselo visto comparire davanti all'improvviso e di non essere riuscita a frenare in tempo. Il piccolo, soccorso, è stato trasportato in ambulanza all'ospedale Santobono di Napoli, dove i medici hanno accertato che nell'impatto aveva riportato una frattura scomposta ed esposta; non è in pericolo di vita, la prognosi è di 30 giorni.

Tra le ipotesi seguite dalla Polizia Municipale c'è anche quella della challenge su Tik Tok, di cui aveva parlato nei giorni scorsi Fanpage.it in seguito alla diffusione di un video girato in via Reggia di Portici, a Napoli, in cui si vede un ragazzo che, mentre gli amici riprendono la scena e ridono, salta su un'automobile in corsa. La supposizione non trova però al momento riscontri e, anzi, la madre del bambino sui social si è opposta nettamente a questa ricostruzione, smentendo che il figlio si sia "lanciato per gioco sul parabrezza di un'auto" e sostenendo che è stato invece investito mentre era in strada.