Il neo assessore lombardo Guido Guidesi
in foto: Il neo assessore lombardo Guido Guidesi

"È un attentato al sistema produttivo lombardo". Sceglie subito la linea dura Guido Guidesi, il neo assessore lombardo allo Sviluppo economico. L'esponente della Lega ha usato parole molto dure per commentare l'ingresso della Lombardia in zona rossa stabilito dal Governo in base alle ultime rilevazioni sugli indicatori dell'epidemia di Covid-19.  In una nota, Guidesi parla di "decisione assurda da parte del Governo che avrà conseguenze drammatiche per il sistema produttivo lombardo". Una dura critica è già stata espressa in giornata dal presidente della Regione, Attilio Fontana.

Fontana e Forza Italia: Una punizione e uno schiaffo ai lombardi

"È una punizione che la Lombardia non si merita", ha detto il governatore comunicando di aver saputo dal ministro Fontana che la nuova stretta è ormai inevitabile. Con ogni probabilità, la zona rossa sarà in vigore da domenica.  "Bene ha fatto il governatore Fontana – ha detto Guidesi – a chiedere con fermezza al ministro Speranza di approfondire la questione con il Comitato tecnico scientifico. Oltre a rivedere la decisione, il Governo dovrebbe utilizzare un semplice buonsenso e ristorare immediatamente tutte le attività economiche danneggiate. Questo astio nei confronti delle partite Iva deve finire”.

Polemica anche Forza Italia: “La decisione del Governo di rendere la Lombardia ‘zona rossa’ è uno schiaffo a milioni di lombardi: famiglie, studenti, lavoratori che da un anno a questa parte hanno compiuto enormi sacrifici per rispettare le regole ed evitate il tracollo economico, realizzando investimenti rivelatisi inutili a causa delle decisioni altalenanti dell’esecutivo”, afferma Gianluca Comazzi, capogruppo in Consiglio regionale.

Chi è Guido Guidesi

Guidesi, 42 anni appena compiuti, è originario di San Rocco al Porto, un paese vicino a Codogno, nella zona da dove è partita ufficialmente la pandemia di Coronavirus nel nostro Paese. Ha lasciato un posto da deputato a Roma per ritornare in Lombardia a occuparsi di rilancio delle imprese e ricostruzione post crisi. Nella conferenza stampa di presentazione della nuova giunta ha annunciato che il suo obiettivo è "assicurare la salvaguardia del sistema produttivo lombardo" e convincere le istituzioni a mettersi a disposizione per sostenere imprenditori e lavoro. Un compito da subito in salita con le nuove chiusure che scatteranno dalla prossima settimana. Nei giorni scorsi Guidesi aveva già espresso solidarietà alla protesta dei ristoratori di #IoApro: "Ristoranti e bar chiedono di poter tornare a lavorare basandosi su quanto era stato deciso fin dall'inizio dal Ministero della Salute e dal Comitato Tecnico Scientifico".