Il candidato sindaco Franco Brumana (fonte: Facebook)
in foto: Il candidato sindaco Franco Brumana (fonte: Facebook)

Presunta irregolarità in un seggio del comune di Legnano, in provincia di Milano. A denunciare il caso alle forze dell'ordine è il candidato sindaco Franco Brumana della lista "Sogno per Legnano", supportata anche da Italia Viva. Secondo quanto scritto sul suo profilo Facebook, Brumana sostiene che una donna sarebbe stata sentita mentre si accordava al telefono per dare il suo voto a un partito di centrodestra e per scattare poi una foto in cabina elettorale.

Brumana: Una signora è stata sentita dire faccio la foto e ve la mando

"Una signora è stata sentita dire al telefono "ok voto faccio la foto e ve la mando"", scrive Brumana nel suo lungo post su Facebook in cui denuncia delle presunte irregolarità in un seggio elettorale di Legnano. La donna, secondo il candidato, avrebbe ricevuto indicazioni per votare il partito Fratelli d'Italia. Inoltre, oltre alla comunicazione telefonica, tre rappresentanti di lista dello stesso partito avrebbero avvicinato la donna indicandole una spilla con rappresentato il simbolo del partito da votare. Brumana sostiene che vi erano delle persone che potrebbero testimoniare quanto avvenuto.

La versione del candidato sindaco

Secondo la versione del candidato, condivisa su Facebook, questa donna avrebbe poi portato il telefono cellulare nella cabina elettorale per scattare una foto da inviare a ignoti e accertare così di aver votato chi da loro richiesto. "Questo fatto getta un'ombra sinistra sulle elezioni in corso. È ancora più preoccupante perché arriva dopo gli arresti e la condanna in primo grado del sindaco e di due assessori", scrive Brumana nel lungo post. "Legnano ha urgente bisogno di legalità", conclude il candidato che assicura inoltre – sempre in un commento su Facebook – di aver "denunciato il fatto alle forze dell'ordine". Le forze dell'ordine stanno verificando che quanto dichiarato da Brumana corrisponda alla realtà.