24 Ottobre 2021
15:24

Voghera, chirurga plastica scopre un nuovo muscolo del volto che ora porta il suo nome

Ha scoperto un nuovo muscolo facciale, che ora si chiamerà “Chiara’s fascia”. È la storia di Chiara Andretto Amodeo, chirurga plastica di Voghera, che ha studiato per dieci anni una zona del volto scoprendo l’esistenza di una struttura fasciale profonda che si trova al di sotto dell’occhio nella guancia e protegge il nervo facciale.
A cura di Redazione Milano
Fonte foto Facebook
Fonte foto Facebook

Chiara Andretto Amodeo, chirurgo plastico di 44 anni, ha scoperto un muscolo facciale, che ora si chiamerà "Chiara’s fascia". La sua storia è stata raccontata dal quotidiano Il Giorno. La dottoressa ha studiato per dieci anni la zona che si trova sotto gli occhi scoprendo l’esistenza di una struttura fasciale profonda che si trova al di sotto dell’occhio, nella guancia, e protegge il nervo facciale soprattutto il ramo di quei muscoli mimici che servono a sollevare il labbro.

Il nuovo nome ribattezzato a un convegno negli Stati Uniti

La zona è stata ribattezzata in suo onore ad aprile di quest'anno al congresso organizzato dall’American College of Surgeons-Cosm 2021 dove Chiara Andretto Amodeo ha presentato una relazione come chirurgo plastico: "Ho creduto tanto in questa ricerca – ha raccontato la specialista a Il Giorno – tanto che gran parte della prima fase di ricerca è stata autofinanziata". Da un punto di vista oncologico inoltre "manca" il tassello di questa regione del volto e la presenza di una fascia profonda fa sì che sia possibile preservarla come attualmente si fa già con altre zone. Le fasce infatti sono strati di tessuto connettivo che hanno diverse funzioni molto importanti, come, ad esempio, quella protettiva nei confronti dei nervi, oppure il trasporto dei vasi sanguigni o ancora la coordinazione dell’attività muscolare. Venire a conoscenza di questa nuova fascia potrebbe diventare di fondamentale importanza per gli interventi di chirurgia plastica di ricostruzione dopo ad esempio tumori e traumi o nelle cicatrici che permangono in seguito a delle ustioni.

I carabinieri premiano il dottore Raffaele Bruno, ha curato il primo paziente Covid
I carabinieri premiano il dottore Raffaele Bruno, ha curato il primo paziente Covid
Pavia, a casa teneva 100 grammi di cocaina purissima dal valore di 20mila euro: arrestato spacciatore
Pavia, a casa teneva 100 grammi di cocaina purissima dal valore di 20mila euro: arrestato spacciatore
Pavia, ragazze segregate e costrette a prostituirsi: indagate quattro persone
Pavia, ragazze segregate e costrette a prostituirsi: indagate quattro persone
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni