182 CONDIVISIONI
2 Maggio 2022
22:21

Milano, Vittorio Feltri si dimette da consigliere comunale: “È per motivi di salute, ho un cancro”

“Mi sono dimesso da consigliere comunale di Milano per motivi di salute perché ho un cancro”. Ad annunciarlo a Radio24 è stato Vittorio Feltri, eletto tra le fila di Fratelli d’Italia lo scorso ottobre.
A cura di Filippo M. Capra
182 CONDIVISIONI
Vittorio Feltri (LaPresse)
Vittorio Feltri (LaPresse)

Il direttore editoriale e fondatore di Libero Quotidiano, Vittorio Feltri, ha annunciato di essersi dimesso dal ruolo di consigliere comunale di Milano dopo l'elezione conquistata lo scorso ottobre tra le fila di Fratelli d'Italia. Durante un collegamento con La Zanzara di Radio24, programma condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, il giornalista ha spiegato di aver preso tale decisione "per motivi di salute perché ho un cancro". A subentrare a Feltri in Consiglio comunale sarà Enrico Marcora.

Feltri e la poco appassionante carriera da consigliere comunale di Milano

Un titolo politico, quello di Consigliere comunale, che non aveva mai tutto sommato esaltato o stimolato il direttore di Libero. Dopo il primo Consiglio, Feltri aveva ammesso di "non averci capito niente". Già allora, molti colleghi gli chiesero se fosse in procinto di dare le dimissioni, respinte categoricamente con un secco "no". In merito alla sua elezione, poi, in un'intervista a Fanpage.it Feltri aveva detto di "non provare alcuna emozione". La missione principale era quella di "portare voti a Giorgia Meloni" che "prima della puttanata di Fidanza (emersa nell'inchiesta di Fanpage.it, ndr) si trovava in una posizione molto comoda". Il fondatore di Libero aveva poi aggiunto che "della politica mi importa poco". Prima ancora della sua elezione, inoltre, aveva screditato la coalizione di centrodestra che aveva deciso di candidare Luca Bernardo: "Non è adeguato – aveva detto -. Cinque anni fa c'era Parisi che era di un'altra categoria". Successivamente alle votazioni, infine, aveva detto di aver votato Sala per eleggere il nuovo sindaco di Milano, poi effettivamente confermato al primo giro.

182 CONDIVISIONI
Vittorio Brumotti aggredito al parco Sempione di Milano: documentava lo spaccio di droga
Vittorio Brumotti aggredito al parco Sempione di Milano: documentava lo spaccio di droga
I residenti di Torre dei Moro, distrutta da un incendio, non dovranno pagare l'Imu
I residenti di Torre dei Moro, distrutta da un incendio, non dovranno pagare l'Imu
Rischio sciopero taxi a Milano, Cgil:
Rischio sciopero taxi a Milano, Cgil: "I tassisti sono esasperati, il DDL Concorrenza è pericoloso"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni