171 CONDIVISIONI
13 Giugno 2022
15:14

Via Bolla, Attilio Fontana: “A Milano c’è un problema di ordine pubblico, serve l’intervento dello Stato”

Nel dibattito scatenato dalla maxi rissa di venerdì sera in via Bolla, a Milano, interviene anche il governatore della Lombardia Attilio Fontana. “Ne ho parlato con il sindaco Sala, che condivide questa impostazione”
A cura di Francesca Del Boca
171 CONDIVISIONI

"Chiediamo che il ministro degli Interni intervenga in maniera decisa per cercare da un lato di stroncare queste illegalità e dall'altro lato di creare le condizioni per una migliore inclusione di una parte sociale che evidentemente si ritiene esclusa". L'ha detto il governatore della Lombardia Attilio Fontana, a proposito della maxi rissa esplosa in via Bolla a Milano e della situazione che ormai da anni si trascina dentro le palazzine popolari Aler del quartiere. Solo la punta dell'iceberg, secondo il presidente regionale. "Bisogna fare quello che diciamo da tempo: mettere mano in maniera seria e determinata al problema dell’ordine pubblico Mi sembra che gli episodi che si sono verificati, il primo dell'anno in piazza Duomo, sui treni al ritorno dal lago di Garda e adesso in via Bolla, dimostrino di un ordine pubblico che sta creando molte preoccupazioni". Impostazione, a suo dire, condivisa con il sindaco Beppe Sala. "Stiamo cercando disperatamente di liberare dagli abusivi le case popolari, ma non riusciamo ad avere i supporti necessari per realizzare gli sgomberi".

I litigi con Beppe Sala sulla gestione Aler

Se adesso la visione di Attilio Fontana pare condivisa con il sindaco di Milano Beppe Sala, non lo era fino a poco tempo fa. Era stato proprio il rogo scoppiato nelle cantine di via Bolla questo febbraio (per un cortocircuito dovuto ai tanti allacci abusivi) ad accendere la miccia tra i due. "Il sindaco è nervoso", aveva ribattuto Attilio Fontana ai toni accusatori del primo cittadino, dal momento che Aler dipende dalla Regione. In questa occasione, Beppe Sala si era preso pure del "comandina". E quest'ultimo non si era certo chetato. Aveva sentenziato infatti, in più occasioni: "Non sono nervoso, sono combattivo. La gestione Aler è fallimentare".

La maxi rissa

Nella serata di venerdì 10 giugno circa 60 persone, armate anche di bastoni, si sono riversate in strada e hanno iniziato a picchiarsi: una lotta tra clan rivali, prevalentemente rom, e abusivi delle palazzine Aler di via Bolla. Necessari gli agenti in tenuta anti sommossa, decine di volanti e oltre due ore di tempo per sedare la lite. Una vera e propria rivolta popolare nella favela a ovest di Milano, un buco nero di illegalità e degrado che da almeno dieci anni assorbe e getta fuori miseria, disperazione e criminalità. Tra spazzatura ovunque, i corridoi e gli spazi comuni usati come latrine e depositi di armi o droga, ormai i civici 38/40/42 sono un fortino dominato da un numero di abusivi che sfiora il 90 per cento degli abitanti.

171 CONDIVISIONI
Attilio Fontana ha chiesto al Governo Draghi lo stato di emergenza per il maltempo in Lombardia
Attilio Fontana ha chiesto al Governo Draghi lo stato di emergenza per il maltempo in Lombardia
Attilio Fontana ci riprova a piazzare Massimo Ghilardi in Regione Lombardia
Attilio Fontana ci riprova a piazzare Massimo Ghilardi in Regione Lombardia
Attilio Fontana spiega perché la Polizia ha agito correttamente durante il fermo di Bakayoko
Attilio Fontana spiega perché la Polizia ha agito correttamente durante il fermo di Bakayoko
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni