29 Aprile 2022
18:00

Un milione di Lego in 100 sculture: ecco Art of Brick, “una delle dieci mostre imperdibili al mondo”

Sbarca a Milano The Art of the Brick, la mostra che vanta cento sculture realizzate con un milione di mattoncini Lego. Ecco date, orari e prezzi dei biglietti.
A cura di Filippo M. Capra

Cosa ci fanno un milione di mattoncini Lego assemblati tra loro per costruire cento sculture diverse? Danno vita alla mostra The Art of the Brick, finalmente sbarcata a Milano al Ride Milano Urban Hub di via Valenza. Le sculture sono state tutte realizzate dall'artista contemporaneo Nathan Sawaya che si è dimostrato ancora una volta in grado di strabiliare con la sua passione per i Lego. Sawaya ha intrapreso la carriera di artista lasciando quella di avvocato.

Al Ride Milano Urban Hub c'è un'esplosione di colori e forme, alcune delle quali pronosticate quali impossibili da riproporre. Stiamo parlando del David di Michelangelo, de L'Urlo di Munch, il Bacio di Klimt, la Notte stellata di Van Gogh. Capolavori assoluti dell'arte riproposti, tutti in 3D, sotto forma di costruzioni Lego. La Venere di Milo, ad esempio, conta 18.483 mattoncini. Spazio anche all'arte contemporanea con la Fontana di Marcel Duchamp.

The Art of the Brick è la mostra per piccoli e grandi di tutto il mondo grazie alla quale si può restare ammaliati e continuare a coltivare la passione per i Lego. La Cnn, non a caso, l'ha inserita nella speciale lista delle dieci mostre imperdibili al mondo.

La mostra resterà a Milano fino al 28 agosto. Gli orari di apertura sono:

Lunedì, mercoledì e giovedì dalle 10 alle 20
Venerdì dalle 10 alle 21
Sabato dalle 9 alle 21
Domenica dalle 9 alle 10

I biglietti partono da 11 euro.

Quel doloroso ma bellissimo viaggio che è stato il concerto di Brunori Sas al Milano Summer Festival
Quel doloroso ma bellissimo viaggio che è stato il concerto di Brunori Sas al Milano Summer Festival
Gli Imagine Dragons incendiano gli I-Days di Milano:
Gli Imagine Dragons incendiano gli I-Days di Milano: "Ci siete mancati, qui ci sentiamo a casa"
Il direttore del Salone del Mobile a Fanpage:
Il direttore del Salone del Mobile a Fanpage: "Non abbiamo accusato la mancanza di cinesi e russi"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni