1.642 CONDIVISIONI
15 Giugno 2021
16:48

Uccise il suocero che aveva abusato della figlia, il giudice: “È stata un’esecuzione”

“È stata una vera e propria esecuzione”: è quanto scritto nelle motivazioni della sentenza della Corte d’Assise d’Appello di Milano nei confronti di un 36enne condannato a 18 anni di carcere per l’omicidio del suocero. Nel 2019 l’uomo aveva sparato al 63enne fuori da un supermercato di Rozzano perché indagato per abusi nei confronti della nipotina, nonché figlia del 36enne.
A cura di Ilaria Quattrone
1.642 CONDIVISIONI

"È stata una vera e propria esecuzione": è quanto scritto nelle motivazioni della sentenza che ha condannato a 18 anni di carcere un 36enne accusato dell'omicidio del suocero a Rozzano nel febbraio 2019 e un altro uomo – ritenuto suo complice – a 12 anni. Per il presidente della Corte d'Assise d'Appello di Milano, Ivana Caputo a latere Franca Anelli, quello avvenuto davanti al supermercato "Il Gigante" è stato "un atto di giustizia sommaria che, con diverso movente, anche solo con un regolamento di conti fra pregiudicati avrebbe portato all'ergastolo".

Ridotte le pene all'omicida e al suo complice

A entrambi, nel maggio scorso, sono state ridotte le pene: per il 36enne erano stati chiesti vent'anni di carcere mentre per il complice, 18. Per entrambi i giudici hanno considerato che "l'asprezza della pena" poteva essere mitigata per la continuazione tra i reati di omicidio volontario aggravato e il porto abusivo d'arma. Al complice inoltre, pur riconoscendo la piena "consapevolezza" delle intenzioni dell'omicidio, sono state riconosciute anche le attenuanti.

Cosa è successo a Rozzano nel 2019

I due erano stati arrestati poco dopo aver commesso l'omicidio. Il suocero era indagato dalla Procura per abusi sulla nipotina nonché figlia del suo assassino. L'uomo, un 63enne di origini campane, era quindi tornato nella sua città d'origine. Il 36enne, prima che l'uomo sparisse da Rozzano, lo ha però minacciato: "Se torni qui, ti ammazzo". Una promessa che ha poi mantenuto quando il suocero è tornato nell'hinterland: saputa la notizia, ha chiesto a un complice di accompagnarlo e a bordo di un motorino ha freddato con alcuni colpi di pistola, l'uomo.

1.642 CONDIVISIONI
Ex seminarista indagato per abusi sessuali su una minore: confessa tutto davanti al giudice
Ex seminarista indagato per abusi sessuali su una minore: confessa tutto davanti al giudice
Celebrati i funerali di Michele, il volontario ucciso in Messico. La madre: "Voglio giustizia"
Celebrati i funerali di Michele, il volontario ucciso in Messico. La madre: "Voglio giustizia"
La scomparsa di Laura Ziliani, sindaco di Temù: "Tutti credono che sia stata uccisa o sia scappata"
La scomparsa di Laura Ziliani, sindaco di Temù: "Tutti credono che sia stata uccisa o sia scappata"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni