(immagine di repertorio)
in foto: (immagine di repertorio)

Un altro incidente mortale sul lavoro in Lombardia, ma questa volta in provincia di Brescia. Un operaio è morto cadendo da un ponteggio in un cantiere a Padenghe del Garda, un piccolo comune di appena 4mila anime. Secondo le prime ricostruzioni la caduta è stata causata da un infarto, resta però da capire se siano state rispettate tutte le norme di sicurezza.

La procura di Brescia ha disposto l'autopsia

Il malore non ha dato scampo a un operaio 65enne che sarebbe precipitato davanti agli occhi di alcuni colleghi. Gli stessi che, sconvolti, hanno poi dato l'allarme chiamando il numero unico dell'emergenza. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine, un'ambulanza e l'elisoccorso dell'ospedale di Brescia. Per l'uomo però non c'è stato nulla da fare. La Procura di Brescia, per stabilire con certezze le cause del decesso, ha disposto comunque l'autopsia e intanto gli inquirenti stanno verificando che l'uomo stesse lavorando in totale sicurezza.

Altri due incidenti sul lavoro in provincia di Milano

Sempre questa mattina sono stati registrati in Lombardia altri due incidenti sul lavoro. Uno a Legnano, in provincia di Milano e un altro a Segrate, nella zona del centro direzionale Milano Oltre. Nel primo caso, un ragazzo di 21 anni è stato travolto dal carico di frutta di un camion in via Cremona. Il 21enne è stato trasportato poi d'urgenza all'ospedale in condizioni critiche considerati i gravi traumi riportati a braccia e gambe. L'altro incidente è avvenuto alle 8.31 sempre di oggi in via Londra. Un operaio di 60 anni sarebbe rimasto schiacciato da alcune casse cadute da un camion riportando un trauma al torace e un trauma cranico. È stato quindi trasportato in codice giallo all'ospedale San Raffaele. Gli incidenti mortali sul lavoro in Lombardia negli ultimi quattro giorni sono invece diventati tre con l'ultimo episodio di oggi.