Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sale a cinque il numero dei cani morti fulminati in strada in Lombardia. L'ultimo caso è stato registrato nel Lodigiano, a Tavazzano, in via Villaggio Stei, nella giornata di ieri: l'animale, un rottweiler, stava passeggiando lungo la strada col suo proprietario quando si è improvvisamente accasciato al suolo, probabilmente dopo essere stato colpito da una scossa elettrica.

Il caso del cucciolo morto a Milano

Si tratta del quinto caso registrato in Lombardia negli ultimi giorni: il primo risale a martedì scorso nel Milanese, a Bareggio, poi a Cesano Boscone e a Como. Mercoledì 30 dicembre la morte del piccolo cucciolo di otto mesi folgorato da una scossa a Milano nei pressi delle colonne di San Lorenzo e ieri la notizia del decesso del rottweiler di 4 anni avvenuta anche in questo caso probabilmente per una dispersione di corrente elettrica: nonostante l'immediato intervento di alcuni passanti che attoniti hanno assistito alla scena per il cane non c'è stato nulla da fare. È morto poco dopo il trasporto alla clinica veterinaria.

Enel: Siamo rammaricati per l'accaduto

Intanto Enel, contattata da Fanpage.it in merito ai diversi casi registrati in questi giorni, ha fatto sapere di essersi attivata per capire cosa stia accadendo: "Stiamo facendo tutte le verifiche del caso per capire cosa è successo – ha riferito a Fanpage.it un portavoce di Enel – siamo davvero rammaricati, e ci stiamo mettendo in contatto con i padroni dei cani, per esprimere la nostra vicinanza e fornire tutto il nostro supporto". Sembra infatti che tutti i cani siano morti dopo essere stati folgorati dalla corrente elettrica fuoriuscita dai tombini: a fare da conduttore sarebbe stata proprio la neve caduta in maniera abbondante in quasi tutta la Lombardia nei giorni scorsi.