Un boato e le fiamme e tanta paura. Un incendio è divampato questa attorno alle 8.30 a San Donato Milanese all'interno di un appartamento al secondo piano di un stabile di sei piani in via Antonio Gramsci. Un'alta colonna di fumo si è sollevata, visibile in tutta la zona. Diversi abitanti del quartiere hanno riferito di aver sentito uno scoppio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco con sei squadre.

Incendio a San Donato Milanese, appartamento bruciato in via Gramsci

Stando a quanto confermato dai soccorritori, non risultano persone ustionate né intossicate a causa del rogo. Il condominio dove è scoppiato l'incendio è stato completamente evacuato. Tra i residenti c'è anche un uomo con disabilità, che è stato tratto in salvo dai vigili del fuoco. Sul posto sono arrivate anche le ambulanze del 118 Areu, l'automedica, i carabinieri.

Da chiarire le cause: udita una forte esplosione prima delle fiamme

Attorno alle 1o di mattina, secondo quanto confermato a Fanpage.it dai vigili del fuoco, le operazioni di spegnimento sono quasi concluse. In corso lo smassamento e la messa in sicurezza degli ambienti. È in via di valutazione l'agibilità dello stabile interessato dall'incidente. Restano ancora da chiarire le cause dell'incendio. Molti residenti della zona hanno riferito di aver udito uno scoppio all'interno dell' appartamento. "Sembrava una bomba", hanno raccontato ai soccorritori arrivati sul posto.

Poche settimane fa un uomo è morto carbonizzato nell’incendio di un appartamento in via Cittadini, in zona Vialba a Milano. Il rogo è divampato attorno alle 2 di notte del 14 settembre per cause da accertare in un’abitazione al quinto piano di un palazzo, poi evacuato. Quando i vigili del fuoco sono intervenuti nell’appartamento per l’uomo, di cui non si conosce l’identità, non c’era più niente da fare. Altre due persone sono finite in ospedale, ma le loro condizioni non destano preoccupazione.