Tre cittadini di nazionalità rumena, due donne di 20 e 24 anni e un uomo di 29, sono stati arrestati mercoledì a San Donato Milanese dalla polizia: sono stati colti in flagranza di reato per furto con destrezza in concorso consumato con la tecnica "dell'abbraccio" ai danni di un'anziana signora di 90 anni.

I tre hanno individuato la vittima: un'anziana signora con problemi di deambulazione

I poliziotti della Squadra Mobile hanno notato, in via Rogoredo, un'autovettura condotta da un uomo e hanno subito riconosciuto una delle due donne poiché già arrestata in precedenza per furto. Dopo aver imboccato la tangenziale, i tre sono usciti a San Donato Milanese e lì hanno cominciato a viaggiare a velocità più lenta, come se gli occupanti stessero cercando qualcosa o qualcuno: è a questo punto che improvvisamente si sono accostati a un'anziana signora che, con il deambulatore al seguito, stava facendo rientro a casa. Dopo alcuni istanti la macchina si è fermata e sono scese le due donne mentre l'uomo è rimasto alla guida.

Una delle due donne si è messa all'angolo della via, mentre la seconda ha seguito l'anziana vittima fino a sotto il portone di casa. Qui ha cominciato a farle delle domande e distrarla, fingendo di conoscerla e tentando di abbracciarla. Si è avvicinata sempre di più sino a cingerla per la vita, l'ha afferrata per un braccio trattenendola a sé farfugliandole qualcosa nell'orecchio e ha sfilato all'anziana donna un prezioso anello che la stessa portava al dito. Subito dopo le donne sono risalite in macchina per allontanarsi ma gli agenti della Squadra Mobile hanno immediatamente fermato l'autovettura. La straniera è stata trovata in possesso dell'anello che, nel frattempo, aveva indossato.

Una delle due donne fermate era ricercata per una condanna a 2 anni e 8 mesi

L'anziana vittima non si è accorta di nulla: la malvivente, infatti, aveva sostituito l'anello sottratto con un altro privo di valore. Solo quando i poliziotti hanno raggiunto la vittima con il "vero" gioiello, la donna derubata ha capito cosa fosse accaduto. I tre cittadini stranieri, l'uomo di 29 anni e le due donne di 20 e 24 anni, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. Da un controllo in banca dati è emerso che tutti avevano precedenti penali per reati contro il patrimonio. Su una delle donne pendeva, inoltre, un ordine di carcerazione per una pena da espiare pari a 2 anni e 8 mesi a seguito di condanne per reati dello stesso tipo.