Foto Fb: Sei di Bergamo se…
in foto: Foto Fb: Sei di Bergamo se…

È stato sanzionato dai carabinieri  l'Iper situato all'interno del centro commerciale ‘Alle Valli' di Seriate dopo gli assembramenti che si sono registrati nei giorni scorsi per la vendita della versione Bergamo del gioco in scatola Monopoly.

Folla al centro commerciale per Monopoly Bergamo: scatta la multa

I carabinieri di Seriate, insieme al nucleo ispettorato del lavoro di Bergamo, al gruppo tutela lavoro di Milano e ai nas Brescia, ieri hanno effettuato una serie di controlli nei centri commerciali della zona. All'Iper è stata accertata la violazione della normativa che impone agli esercizi commerciali di garantire il distanziamento interpersonale della clientela. La direzione del centro commerciale Alle Valli di Seriate ha fatto sapere che i negozi, nella giornata di sabato, erano regolarmente chiusi come da indicazioni del governo. A essere sanzionato è stato l'ipermercato situato all'interno.

Nei giorni scorsi le foto pubblicate sui social, che documentavano assembramenti lungo le corsie dell'Iper, avevano scatenato indignazione per l'atteggiamento dei clienti in una delle città più colpite dalla prima ondata della pandemia da Covid della scorsa primavera.

A ruba l'edizione orobica del celebre gioco

Intanto il Monopoly Bergamo ha raggiunto su eBay, dove viene rivenduto da privati, anche la cifra astronomica di mille euro.  L'idea di dedicare un'intera edizione alla città di Bergamo è stata pensata per "tornare a fare sorridere i bergamaschi", come spiegato da Riccardo Galati, di Winning Moves. Parte dell'incasso, circa 10.000 euro, verrà destinato al Fondo Mutuo Soccorso istituito qualche mese fa. Nella nuova versione del Monopoly, al posto di Parco della Vittorio e di viale dei Giardini, ci sono viale delle Mura e San Vigilio, strade famose di Bergamo. Ma anche gli imprevisti sono stati rivisitati in chiave orobica: un giocatore può ritrovarsi vincitore di una briscola ricevendo 25 milioni oppure bruciare il paiolo della polenta e venire "sanzionato" di 100 milioni.