Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

In 24 ore raddoppiano i decessi per Covid in Lombardia: nella giornata di oggi, giovedì 3 dicembre, sono 347 i morti, mentre ieri il numero registrato non superava i 175. Si tratta di una cifra da record: un numero così alto non era mai stato raggiunto dall'inizio della seconda ondata, che ha visto il bilancio delle vittime in aumento giorno dopo giorno da ottobre.

Nuove morti che si aggiungono a quelle dei mesi scorsi: il totale dall'inizio della pandemia è di 22.626 nella sola Lombardia. Siamo comunque ancora lontani dal picco della scorsa primavera, quando il bollettino giornaliero segnava anche più 500 vittime al giorno.

Per gli esperti il numero dei decessi sarà l'ultimo a calare

Il dato sui decessi è l'unico indicatore che non è in calo o stabilizzato dopo l'entrata in vigore delle disposizioni governative anti contagio. Al contrario, continua a salire. C'è però un motivo: dal momento in cui si contrae l'infezione a quando si sviluppa la malattia trascorre del tempo. Nei casi peggiori si arriva al ricovero del paziente in ospedale, che può durare settimane prima di concludersi con la guarigione o, purtroppo, con il decesso. Motivo per cui se anche la curva dei contagi tende a calare, quella dei decessi resta ancora alta.

Oggi giovedì 3 dicembre 3.751 nuovi casi

Dati incoraggianti arrivano invece dagli altri indicatori. Secondo il bollettino di giovedì 3 dicembre sulla diffusione del Coronavirus in Lombardia comunicato dalla Regione, i nuovi casi positivi sono 3.751 su 36.271 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. Ieri il dato era stato di 3.425 nuovi contagi su 36.077 tamponi. In totale dall'inizio della pandemia in Lombardia sono stati eseguiti 4.179.837 tamponi. Di giorno in giorno c'è un rallentamento dei contagi. Un quadro che però non basterà per evitare le restrizioni imposte dal governo per il periodo delle feste natalizie.