(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Nel weekend di Pasqua è previsto un aumento importante di passeggeri agli aeroporti di Linate e Milano Malpensa: l'incremento di persone non è però paragonabile a quello prima della pandemia. Dal 31 marzo al 7 aprile nei due scali – stando a quanto riportato dall'agenzia di stampa Ansa – si attendono 139.600 mila viaggiatori tra arrivi e partenze. Di questi circa 88mila transiteranno a Malpensa mentre oltre 51mila a Linate.

A Bergamo previsti 35mila passeggeri

La giornata in cui ci si aspetta più transito è sicuramente quella di domani, venerdì 3 aprile. Nei due aeroporti sono infatti attesi ventimila passeggeri. Già nei giorni precedenti si attendevano 2.500 persone solo per gli aerei con destinazione Spagna e nella mattinata di martedì sono state riprese code di persone in fila per le Canarie. Anche all'aeroporto di Bergamo si attendono tanti passeggeri. In una nota stampa diramata da Sacbo, la società che gestisce lo scalo, si parlava di un leggero aumento per la settimana di Pasqua: "Anche se ben lontano dai livelli del 2019". A Bergamo infatti sono attesi 35mila passeggeri e 314 movimenti aerei.

L'ordinanza del ministro della Salute

Vista la possibilità di viaggiare all'estero per motivi legati al turismo – mentre rimane il divieto di non spostarsi tra Regioni se non per comprovati motivi di salute – il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un'ordinanza che impone la quarantena obbligatoria di cinque giorni e il tampone molecolare a fine isolamento per coloro che rientrano dai paesi dell'Unione Europea. La quarantena è comunque prevista per tutti i Paesi che non fanno parte dell'Ue.