Hanno rubato un'auto e poi, consapevoli del loro gesto, non si sono fermati all'alt della pattuglia di polizia: è successo intorno all'una di questa notte, martedì 6 aprile, a Pavia dove sono stati fermati due minori di 16 e 14 anni che sono stati poi segnalati alla procura dei Minorenni di Milano.

I due hanno tentato di mandare fuori strada l'auto della polizia

Secondo quanto riferito dalla Questura, verso l'una di notte un equipaggio della Squadra Volante ha visto l'auto – una Chevrolet Captiva – nei pressi del rondò dei Longobardi. I poliziotti hanno chiesto al conducente di fermarsi, ma questi ha deciso di aumentare la velocità e procedere dritto in direzione Milano. Gli agenti hanno quindi iniziato a inseguire la vettura sull'ex Statale 35 "dei Giovi". Il minorenne che guidava la macchina avrebbe più volte tentato di mandare fuori strada la pattuglia con diverse manovre pericolose. L'inseguimento si è poi concluso nel comune di Vellezzo Bellini, in provincia di Pavia, dove – in base a quanto riportato dal quotidiano Il Giorno – l'auto si sarebbe schiantata contro la recinzione di una ditta.

L'auto rubata nella comunità dove è ospitato il 14enne

Gli agenti hanno quindi fermato i due giovani che, stando a ulteriori accertamenti, avrebbero rubato la macchina nella comunità nella quale il 14enne è ospite. Entrambi sono stati segnalati alla Procura dei Minorenni di Milano e il 16enne, che guidava la macchina, è stato anche sanzionato per le numerose infrazioni del Codice della strada. Il giovane avrebbe infatti più volte passato gli incroci col rosso, ma fortunatamente senza gravi conseguenze. Entrambi poi sono stati anche sanzionati per la violazione delle norme anti Covid. Il 16enne è stato riaffidato ai famigliari mentre il 14enne è stato riportato in comunità.