19 Maggio 2022
10:10

Ovuli della coca nascosti nella pancia e “benedetti” dai santoni: quattro arresti e sequestrati tre chili di coca

In una complessa operazione della Guardia di Finanza, sono state arrestate due persone e fermate altre due: il gruppo faceva arrivare ingenti quantità di droga dall’Africa spesso utilizzando dei corrieri, persone che venivano sottoposte a dei riti propiziatori da dei santoni prima di mettersi in viaggio.
A cura di Ilaria Quattrone
Le immagini diffuse dalla guardia di finanza
Le immagini diffuse dalla guardia di finanza

Facevano "benedire" i corrieri della droga da alcuni santoni del loro paese d'origine dopodiché li facevano partire alla volta dell'Europa: è uno degli elementi scoperti dal comando provinciale della Guardia di Finanza di Varese nelle indagini che hanno portato a due arresti e due fermi di polizia giudiziaria. Grazie all'inchiesta è stato poi possibile sequestrare tre chili di cocaina e fermare un traffico internazionale di stupefacenti che partiva dall'Africa.

La coppia arrestata

Le indagini sono partite dopo l'arresto di un uomo che da Addis Abeba aveva portato in Italia oltre 1.500 grammi di cocaina che era stata poi confezionata in 92 ovuli nascosti poi nelle cavità addominali. Dalle indagini è stato poi scoperto che esisteva un'associazione a delinquere con base a Torino: è stato così arrestata all'aeroporto di Malpensa un'altra corriere, una donna sempre residente nel capoluogo piemontese, che aveva con sé oltre  530 grammi di cocaina. L'associazione faceva capo a una coppia.

Come facevano arrivare la droga in Italia e Europa

Proprio questa si avvaleva di rituali propiziatori che venivano effettuati, dietro compenso, da alcuni santoni e nei luoghi di origine della spedizione. La droga arrivava sia tramite aereo dal continente africano che attraverso dei canali considerati dai due più sicuri: per esempio ordinavano ai corrieri di acquistare i biglietti di autobus solo pochi minuti prima della partenza. Oltre alla coppia arrestata, la polizia ha fermato due persone a Imperia: entrambi – oltre a far parte dell'organizzazione – erano pronti a scappare dall'Italia.

Covid Lombardia, il bollettino del 14 giugno: oggi 6.204 casi e 15 morti
Covid Lombardia, il bollettino del 14 giugno: oggi 6.204 casi e 15 morti
Siccità record in Lombardia, diversi comuni riforniti con autobotti di acqua potabile
Siccità record in Lombardia, diversi comuni riforniti con autobotti di acqua potabile
Barcolla per il centro di Saronno e arriva sanguinante dai carabinieri, era appena stato aggredito
Barcolla per il centro di Saronno e arriva sanguinante dai carabinieri, era appena stato aggredito
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni