7 Dicembre 2021
14:56

Omicidio di Porta Romana, fermato un 35enne: aveva il divieto di avvicinamento all’uomo

Un 35enne è stato fermato per l’omicidio di Pierantonio Secondi, l’82enne ucciso ieri notte: aveva ricevuto un divieto di avvicinamento per stalking ad ottobre.
A cura di Giuseppe Cozzolino

Fermato un 35enne per l'omicidio di Pierantonio Secondi, l'82enne accoltellato e colpito con una motosega nella serata di ieri in casa sua a Milano. L'uomo fermato nei mesi scorsi era già stato denunciato dall'ottuagenario per stalking, tanto da ricevere un divieto di avvicinamento ad ottobre. Le prove nei suoi confronti sarebbero "gravi", fanno sapere gli inquirenti.

L'uomo non risponde al pm

Nel corso dell'interrogatorio, il 35enne non ha risposto al pubblico ministero ma è stato comunque posto in stato di fermo per i reati di omicidio aggravato e tentato incendio. Si trova ora nel carcere di San Vittore. Per lui è stata contestata l'aggravante della premeditazione, oltre a quella del legame affettivo. Il provvedimento è stato emesso dal pm Elio Ramondini perché esisterebbe un comprovato "il pericolo di fuga".

Fermato a Melegnano dove lavora come magazziniere

L'uomo è stato raggiunto nei pressi di una farmacia di Melegnano, dove lavora come magazziniere, e posto in stato di fermo. Il 35enne avrebbe avuto una frequentazione passata con l'uomo, terminata poi in minacce e violenze nei confronti dell'82enne, tanto da costringere quest'ultimo a denunciarlo. Oltre al divieto di avvicinamento, proprio ieri era stato emesso un nuovo provvedimento, non ancora notificato, nel quale il divieto di avvicinamento era stato esteso sia alla sorella dell'82enne che ad un terzo amico. Ma non vi è stato il tempo di notificarlo, perché il 35enne ieri sera avrebbe ucciso l'uomo nel suo appartamento.

Sulla scena del delitto ritrovato il giubbotto con il cellulare

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, il 35enne, che sarebbe incensurato e di origini romene, avrebbe raggiunto via Giulio Romano, zona Porta Romana, dove vive l'82enne. Con una motosega ha quindi abbattuto la porta d'ingresso dell'abitazione, ed ha raggiunto l'uomo che si trovava all'interno aggredendolo con la motosega e colpendolo a coltellate. L'allarme è stato dato dai vicini, spaventati dai forti rumori provenienti dall'appartamento: qualcuno di essi avrebbe anche riconosciuto l'uomo in fuga, mentre all'interno dell'appartamento gli inquirenti avrebbero trovato alcuni effetti personali riconducibili proprio al 35enne: in particolare, un giubbotto con il suo cellulare. Il tutto sarebbe durato circa 9 minuti, come certificato dalle telecamere di videosorveglianza della zona.

Litigano per questioni di confine di proprietà, uomo spara al vicino e scappa: fermato
Litigano per questioni di confine di proprietà, uomo spara al vicino e scappa: fermato
Ragazzo gambizzato a San Siro, fermato il responsabile: il tentato omicidio legato allo spaccio
Ragazzo gambizzato a San Siro, fermato il responsabile: il tentato omicidio legato allo spaccio
Sparatoria in strada a San Siro, preso il responsabile: il tentato omicidio legato allo spaccio
Sparatoria in strada a San Siro, preso il responsabile: il tentato omicidio legato allo spaccio
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni