Paura questa mattina per un uomo di 44 anni rimasto ustionato a braccia, gambe e addome dopo essere stato travolto da una fiammata sprigionata da un barbecue: trasportato in ospedale dove è giunto in codice giallo si trova ora ricoverato al Niguarda di Milano. Le sue condizioni non sarebbero gravi ma le ferite riportate sono piuttosto delicate.

La chiamata al 118 sabato mattina alle 8.15

Stando a quanto si apprende la chiamata al 118 è scattata questa mattina alle 8.15 quando è stato chiesto l'intervento dei soccorritori in via Pier Incirano nel comune di Nova Milanese, in provincia di Milano a causa di un incidente domestico. Sul posto è accorso il personale medico con un'ambulanza che dopo aver prestato le prime cure all'uomo lo ha trasportato nel vicino ospedale Niguarda: stando a quanto riferito da Areu, l'Azienda regionale emergenza urgenza, il 44enne ha riportato ustioni di secondo grado all'addome e a braccio oltre che alla gamba destra. Giunto in nosocomio in codice giallo si trova ora ricoverato ma le sue condizioni non desterebbero particolari preoccupazioni.

Ustioni di secondo grado su braccio, gamba e addome

Intanto si cerca di ricostruire l'accaduto e capire cosa abbia provocato l'incidente che avrebbe potuto avere conseguenze assai più gravi: secondo quanto trapelato sembra che il 44enne che si trovava nella sua abitazione abbia usato del liquido infiammabile per ravvivare le fiamme di un barbecue che aveva acceso poco prima ma all'improvviso il flacone gli è esploso addosso provocandogli le ustioni che lo hanno costretto al ricovero in ospedale al Niguarda di Milano.