Sono state 181 le persone multate per abbandono illecito di rifiuti a Milano. I responsabili sono stati individuati grazie al posizionamento di 19 fototrappole e alla collaborazione tra l'area Ambiente del Comune di Milano e Amsa, l'azienda che gestisce i rifiuti nel capoluogo meneghino.

Abbandono di rifiuti: sei denunce e 71 sanzioni

Le sanzioni – si legge in una nota stampa – sono state effettuate nel periodo che va da gennaio a dicembre 2020. Di queste 113 hanno riguardato abbandoni effettuati con automobili o furgoni. In particolare le forze dell'ordine, una volta risalite alle identità delle persone, hanno denunciato sei cittadini, sequestrato quattro mezzi ed eseguito 71 sanzioni amministrative di 450 euro ciascuna. Al momento, le autorità stanno inoltre indagando su 18 casi mentre per altri 18 episodi non è stato possibile procedere per scarsa visibilità della targa: lo scarico – spiega il Comune nella nota – è avvenuto lontano dalle telecamere. Dalle immagini delle fototrappola si nota come principalmente vengano scaricati rifiuti urbani, legnami, mobili, elettrodomestici, parti di autoveicoli e batterie.

Da maggio 2019 effettuati oltre 330 accertamenti

Sono tanti anche i cittadini che, invece di abbandonare i rifiuti a bordo dei loro mezzi, lo fanno a piedi. In un anno sono stati 68 gli accertamenti di questo tipo che hanno portato poi a ventuno sanzioni amministrative per un totale di 9.450 euro. In questo caso, venivano abbandonati soprattutto sacchi neri con rifiuti domestici, elettrodomestici, legno e arredi. In totale da maggio 2019 sono oltre 330 gli accertamenti effettuati.