Un uomo di 35 anni è stato arrestato dai carabinieri del Radiomobile di Milano nella notte tra ieri e oggi, martedì 20 aprile, per aver minacciato di morte la madre. Il motivo? Doveva comprarsi la droga. I militari intervenuti, nel tentativo di sedarne gli animi aggressivi, sono stati a loro volta minacciati di essere uccisi. L'uomo, un cittadino italiano, è stato quindi trasferito in carcere.

Secondo quanto riportato da MilanoToday, non era la prima volta che il 35enne arrivasse a minacciare di ammazzare la madre per questioni legate alla droga. L'anziana di 74 anni, infatti, avrebbe vissuto un lungo incubo a cui hanno posto fine i carabinieri. L'allarme al 112 l'ha dato proprio lei quando, verso la una di mattina, ha chiesto aiuto ai carabinieri poiché il figlio la stava ripetutamente minacciando di morte per obbligarla a consegnargli i soldi per potersi andare a comprare qualche dose. I militari hanno subito allertato una volante che si è precipitata all'appartamento della 74enne, in zona Gorla, a Milano. Nemmeno il loro ingresso nell'abitazione, però, ha convinto il 35enne a desistere dai suoi comportamenti violenti, continuando a inveire contro la madre.

Quando i militari hanno tentato di farlo calmare, poi, hanno ricevuto le medesime minacce di morte riservate sino a poco prima alla madre. Per questo motivo, i carabinieri l'hanno immobilizzato mettendogli le manette ai polsi e caricandolo sulla auto per portarlo via. Sentita successivamente dagli investigatori, la madre dell'uomo ha raccontato di aver subìto minacce e aggressioni per diverso tempo, sempre per lo stesso motivo. La 74enne ha poi ammesso di non aver mai voluto denunciare il figlio per timore di causare una reazione ancora più violenta. L'uomo è ora accusato di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e minaccia a pubblico ufficiale.