Le piante trovate nel campo (Fonte: Polizia)
in foto: Le piante trovate nel campo (Fonte: Polizia)

Sono state trovate 180 piantine di marijuana all'interno di una baracca nel campo nomadi di Vaiano Valle a Milano: è successo nella giornata di ieri, lunedì 19 aprile. La polizia di stato insieme alla Locale, in un'inchiesta coordinata dalla procura di Milano, hanno così arrestato un uomo con l'accusa di coltivazione e detenzione.

Le indagini partite da una segnalazione

Le indagini sono partite dopo che nei giorni scorsi, gli agenti della sezione antidroga della squadra mobile di Milano, hanno ricevuto la notizia che nel campo nomadi era stata allestita una piantagione: dopo aver individuato la baracca, grazie agli accertamenti, è emerso che la struttura non fosse abitata. Gli agenti della polizia locale infatti l'avevano trovata chiusa a chiave. Per questo motivo si è reso necessario disporre il decreto di perquisizione con l'obiettivo di verificare la presenza o meno di sostanze stupefacenti.

Trovate piantine e il materiale per la coltivazione

Alle prime luci dell'alba, gli agenti della squadra mobile insieme a quelli del nucleo problemi del territorio della polizia locale, sono entrati nel campo e hanno trovato nella baracca l'uomo che avrebbe creato la serra: all'interno sono state trovate 180 piante con impianti di areazione e coltivazione, impianti idrici, elettrici e lampade e tutto il necessario per creare un ambiente idoneo per le piante. Oltre a queste, sono stati trovati altri cinquecento vasi con terreno che sarebbero serviti sempre per la coltivazione. L'uomo è stato arrestato e portato nelle celle di sicurezza della Questura dove è in attesa della direttissima.