(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Un uomo di 38 anni è morto nella tarda mattinata di oggi, martedì 4 agosto, a Melegnano, in provincia di Milano. Si è trattato di un suicidio, come ha confermato a Fanpage.it il capitano della compagnia dei carabinieri di San Donato Milanese, Antonio Ruotolo. Ad assistere alla tragedia, difatti, si sono trovati alcuni passanti che hanno raccontato ai militari dell'Arma quanto avvenuto.

Alcuni passanti hanno assistito al drammatico gesto

Attorno a mezzogiorno il suicida, di cui non sono note le generalità, si è recato sulla strada provinciale 302 fermandosi sul ponte che attraversa il Lambro. Quindi, davanti allo sguardo di alcuni passanti che non hanno potuto fare nulla per impedirlo, si è lanciato nel vuoto. Immediate le richieste di soccorso al 112. Sul posto l'Azienda regionale emergenza urgenza ha inviato un'ambulanza e un elicottero in codice rosso, oltre ad allertare i carabinieri di San Donato e i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano. Purtroppo però, all'arrivo dei soccorritori, per il 38enne non c'era ormai più niente da fare e i soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Il suicida non ha lasciato biglietti

Gli accertamenti dei carabinieri hanno confermato la natura volontaria del gesto, che resta al momento, come avviene spesso in questi drammatici casi, senza una spiegazione. Non sarebbero stati trovati infatti biglietti né messaggi scritti dal 38enne prima di compiere il tragico gesto estremo. Non si sa, inoltre, se l'uomo soffrisse di particolari problemi di salute, come crisi depressive.